R2020: i dubbi personali, di una ribelle, con tanta voglia di rinascere

Sara Cunial, deputata appartenente al Gruppo Misto e ideatrice dell’incontro R2020 del 30 giugno. Nel suo profilo Facebook, in un post scrive: “Nel corso della storia, quando si voleva ostacolare il pensiero divergente, quello libero da stereotipi e modelli preconfezionati, si è sempre ricorsi al “diavolo”. O quantomeno a tutte le forme di “oscurità” che servivano a dare una giustificazione alla soppressione di questo libero pensiero. La “sacra” inquisizione ha fatto del diavolo la giustificazione per uccidere milioni di donne e uomini la cui unica colpa era quella di guardare avanti o avere intuizioni che portavano al progredire della mente, del pensiero, dell’anima stessa e, soprattutto, all’attivazione di un “risveglio” collettivo…Come purtroppo sempre accade, la storia si ripete, e anche oggi l’accusa di eresia (fake news, complottismo, e addirittura satanismo) arriva al cuore di chi in ogni modo e con tutte le sue forze sta cercando di smascherare e contrastare il drammatico quadro che si sta stagliando all’orizzonte. L’attuale situazione, nazionale e internazionale, ci ha spinti ad organizzare R2020, un invito di incontro e confronto rivolto a tutti coloro che si stanno impegnando per riaffermare i nostri diritti fondamentali, violati ripetutamente con il pretesto della pandemia.”

Aprendo il programma si legge: ” Nell’arco di due giorni si svolgeranno diverse Performance artistiche a cura di Visionaria Art Community. Una comunità di artisti internazionali nata nel 2016, riuniti al fine di promuovere le arti sperimentali e la collaborazione tra esse, nella creazione di eventi d’arte e musica, la produzione cinematografica e la realizzazione di workshop d’arte e discipline olistiche. Nonché manifestazioni per la cura e salvaguardia dell’ambiente. L’arte visionaria si propone di trascendere il mondo fisico e fornire una più ampia visione della coscienza, attraverso temi mistici o spirituali.”

Gruppo musicale che chiuderà l’evento

Nel gruppo pubblico di Facebook “Genitori e Bambini Liberi e Sani-Popolo Unico“, tra i commenti sul gruppo musicale IMHO, che chiuderà l’evento, ha catturato la mia attenzione il seguente: “IMHO torna con la sua ultima creazione, ‘ Devil’, un concept EP composto da 5 brani.
Il prodotto è il risultato del percorso affrontato dall’artista nell’ultimo anno, percorso di rinascita e metamorfosi. Cominciamo dal diavolo, pensato come l’anello più basso del cerchio di Dante, un posto dove ci domandiamo se qualcuno può sentirci, poi una ninna nanna che sembra coccolarci ma poi colpiscici alle spalle con i dolci inni delle sirene… alla fine ci mettiamo dentro davanti a una scelta, un patto… ci siamo davvero? Il diavolo nasce dalla necessità di trasformare le fasi dell’artista recente evoluzione personale in tracce, facendo in modo che possano completare l’un l’altro dando vita ad un processo creativo unico e ad una storia intima e complessa, ricca di melodie misteriose e atmosfere scure.
Siete pronti a seguire il Diavolo?”

L'immagine può contenere: testo

Nel gruppo sono pubblicate alcune immagini dell’Arte Visionaria Community tra cui questa:

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Alessandro Iacopelli è uno degli artisti che organizzerà lo spettacolo.

L'immagine può contenere: ‎il seguente testo "‎11:20 ...3,0KB/s Niko Marinelli Visionaria Community ancora in azione. Ci vediamo martedì 30 mercoledì R2020: R2020: Rete! alla Città dell'Altra Economia per riscrivere insieme le regole della società che desideriamo. Vi aspettiamo Viginti Tres Sara Cunial Ivano Pica Michele Vj Miko Cirulli Stefania Gangemi Marco Ferrante Diego Curzola Marco Kunez Ainhoa Neith Laura Rinaldoni Mariaelena Masetti Zannini Alessandro lacopelli Alle Andrea Fantasmino Grandi Antonio Canella Antonio Cennamo Eliana Astrea Emanuele Yukio Quintili Fabio Denisi صصiسم Scrivi un commento...‎"‎

Queste sono alcune sue opere:

L'immagine può contenere: 1 persona, testo
Alessandro Iacopelli
L'immagine può contenere: 1 persona

Bisogna ammettere che un’eventuale denuncia di simpatia verso il satanismo, sulla base di ciò che è postato, sembrerebbe giustificata, così come un certo richiamo allo spirito della Wicca ed in particolare del culto di Gaia, adoratori della Madre Terra, tanto amata anche da Sara Cunial: “Per una reale riconnessione con Madre Terra e con il nostro Essere più autentico che di essa è parte”.

Che cos’è la Wicca? La Wicca o “religione della natura” è la più diffusa tra le religioni appartenenti al neopaganesimo.  Il nome, mutuato dall’inglese antico, significa stregone. Politeista, nel senso che all’interno dei riti sono invocati numerosi dei e Dee.

La Triplice Dea è una delle divinità wiccan più importanti e raffigurate, perché rappresenta il potere femminile divino. E’ associata alla luna e alle sue tre fasi lunari, crescente, piena e calante, che corrispondono a una diversa rappresentazione della Dea. Le sue tre manifestazioni sono: La Fanciulla, La Madre e L’Anziana. La prima è invocata nei rituali di benedizione o purificazione, la seconda nei riti di fertilità, la terza è associata alla saggezza spirituale e all’intuizione tipiche della strega all’apice del suo potere.

Simbolo della triplice dea wicca- immagine web
Triplice Dea

Il Dio Cornuto, definito anche Cernunnos, rappresenta il divino maschile; la guida che protegge mentre si varca la soglia dell’aldilà. E’ considerato un protettore e figura paterna, perché con il suo seme feconda la Madre Terra: è un simbolo del potere della natura.

Wiccan God | Cernunnos, Celtic gods, Herne the hunter
Dio Cornuto

Il Libro delle ombre è il testo religioso, che contiene i fondamenti della ritualistica e della pratica wicca insegnati da Gerald Gardner, a cui si deve la sua pubblicazione nel 1954.  Ad esso si rifà la Tradizione Gardneriana, la corrente wiccan più fedele agli insegnamenti del fondatore; da essa deriva un’altra corrente, la Wicca Alexandriana, il cui fondatore è Alex Sanders.

Alcuni studiosi hanno ipotizzato che il vero iniziatore di Gerald Gardner fosse stato Aleister Crowley, accusato addirittura di avere scritto i primi rituali della Wicca, dietro compenso, per Gardner.

Nel libro delle ombre vi è il rifiuto di ogni nozione di creazione da parte di entità esterne al mondo e quindi di un Dio e il rifiuto del concetto di etica universale.

Il concetto di etica universale è sostituito da quello di etica personale, che consenta la libertà di esprimere e di gratificare i propri bisogni e desideri al fine di ottenere la felicità individuale.

Infine vi è il perseguimento di portare alla luce e di valorizzare la divinità presente nell’uomo e l’abolizione della distinzione tra religione e magia.

Il libro delle ombre contiene i rituali per ogni sabbat (le otto feste maggiori della wicca), i rituali iniziatici e di passaggio e una formula per la tracciatura del cerchio, pratica fondamentale, simbolo dell’eternità, al cui interno si raduna il gruppo.

Una famosa sacerdotessa wiccan è Vivianne Crowely. Psicologa, saggista e docente universitaria britannica. Iniziata alla Wicca da Alex Sanders, all’età di diciannove anni, dopo qualche anno ricevette anche l’iniziazione alla tradizione gardneriana.

In un suo articolo scrive: “Se qualcuno vi chiedesse, che cosa hanno in comune Aleister Crowley, Gerald Gardner, Dion Fortune, Doreen Valiente, Kenneth Grant, e Margot Adler”, probabilmente rispondereste che sono tutti autori, o che sono stati tutti molto importanti nel revival del paganesimo e dell’occulto. Un’ altra risposta potrebbe essere che tutti citano le parole di Carl Gustav Jung nelle loro opere. Perché Jung e perché sembra essere così importante per loro?

Aleister Crowley (1875–1947) nacque nello stesso anno di Jung e visse anch’egli le stesse Guerre Mondiali e gli stessi cambiamenti nella cultura e nella società occidentale. Da Thelema alla psicologia analitica il passo può sembrare molto lungo, ma Crowley fu uno dei primi lettori di Jung. Nel 1919 vi furono due libri che lo aiutarono a scrivere “un trattato formidabile di quarantacinquemila parole”. Questi furono Il Ramo d’Oro di Sir James Frazer e La Psicologia dell’Inconscio di Carl Jung. (Crowley, 1979 ed., p. 809).

Cosa attirava il grande mago verso il lavoro di Jung ? Crowley non era un grande sostenitore della psicanalisi, ma alla fine del 1916 scriveva nell’edizione americana di Vanity Fair: “ Ogni individuo, a seconda degli iniziati, ha un proprio scopo definito, e assume forme umane, con i suoi privilegi e penalità, in modo da perseguire quello scopo. Questa verità è espressa in linguaggio magico dalla frase “ogni uomo e ogni donna è una stella”… (Crowley, 1916).

Una mescolanza di Wicca, di scienza, paganesimo, misticismo orientale e femminismo è rappresentato dal culto di Gaia. La Wicca, in rapida crescita negli Stati Uniti e nel mondo, è intimamente connessa con il culto di Gaia. Infatti, molti Gaiani si autodefiniscono “maghi” e “streghe”

Mother Earth is a living organism too. Love, honor and respect ...

Secondo i sacerdoti Gaiani, la terra è un super-organismo senziente, in cui vive lo spirito di un’antica dea. La “Dea Terra”, o Madre Terra, deve essere pertanto protetta dalle distruttive attività umane. La spinta globale deve quindi optare per per un ritorno delle nazioni industrializzate ad uno stile di vita più primitivo (la filosofia della cosiddetta “decrescita”).

https://i2.wp.com/1.bp.blogspot.com/-FFdz5G_rmi8/T0_wuEx53pI/AAAAAAAABzY/fXSylAiZcqs/s1600/GEA-GAIA-MADRE-TERRA-DEA.jpg?resize=461%2C327

James Lovelock, il fondatore della teoria di Gaia, è uno degli scienziati più famosi e influenti del mondo.

https://i0.wp.com/4.bp.blogspot.com/-QAfkt0cVhK8/T0_xu844yQI/AAAAAAAABzg/C1YVPv5FCRY/s1600/LOVELOCK-GAIA.jpg?resize=341%2C284



Bohemian Club e i misteri che lo avvolgono

Il Bohemian Club è un circolo privato maschile, fondato da un gruppo di giornalisti nel 1872, a San Francisco, in California. Successivamente sono stati accettati uomini d’affari e imprenditori come membri permanenti.

Il Club è inaccessibile a coloro che non vi sono iscritti, e i membri sono tenuti all’assoluta segretezza.

logo
Logo del Club

Il motto del club è “Weaving spiders come not here” (“I ragni tessitori non vengono qui”),  ad indicare che le preoccupazioni esterne e i pretesti per trovare occasioni di lavoro devono essere lasciati al di fuori del club.

Hanno fatto parte molti presidenti degli Stati Uniti e numerosi petrolieri: Bush padre e figlio, Herbert Hoover (che amava definire il B. C. “il più grande party maschile della Terra”), Dwight Eisenhower, Richard Nixon, Gerald Ford, Ronald Reagan e Bill Clinton.

grovebus

Il Bohemian club ha due sedi: una club house nel quartiere di San Francisco, in California e il Bohemian Grove, un rifugio (boschetto dei bohemien), ampio circa 2700 acri (1100 ettari) e situato in un bosco, presso 20601 Bohemian Avenue, a Monte Rio (California).

The Bohemian Club, San Francisco. Photo of Flickr Creative Common

Nel 1919 fu installato, sulla parte esterna dell’edificio del club house, da Jo Mora, membro del club, un bronzo in rilievo, in ricordo di Francis Bret Harte anch’esso membro. Nel 1933 l’edificio fu abbattuto ma il memoriale fu di nuovo installato nella nuova sede. Il rilievo mostra quindici personaggi dei libri di Harte, autore e poeta.

File:Bret Harte Memorial A.jpg

L’area principale del Bohemian Grove è coperta da sequoie sempreverdi, la cui altezza può superare i 90 metri d’altezza. Dispone di ristoranti, alberghi, spazi di campeggio privati  e presenta due palchi, un lago artificiale e altri luoghi di intrattenimento.

Il Bohemian Grove si trova al centro di un territorio chiamato la “sacra Sonoma”, in passato abitato dai pellerossa Pomo, adoratori di una “Via della Morte”, un percorso “sacro” dove si effettuavano i riti divinatori e di cremazione.

Insieme ad altri luoghi di Sonoma, è oggetto di grande interesse da parte di seguaci di riti satanici e neopagani, in quanto credono che il Bohemian Grove sia localizzato all’incrocio di due “linee esoteriche” che collegano i principali siti sacri di Sonoma e dove sarebbe possibile evocare forze demoniache ed energie sataniche potenti, al punto da controllare l’intero pianeta.

Il Bohemian Grove è famoso anche per essere stato il luogo in cui ha preso corpo il “Progetto Manhattan”, programma di ricerca e sviluppo in ambito militare che portò alla creazione delle prime bombe atomiche.

Nel mese di luglio di ogni anno, dal 10 al 28 luglio, ospita alcuni degli uomini più ricchi e potenti del pianeta. Il ritiro estivo è una tradizione che ebbe inizio nel 1899. Gli invitati sono moltissimi, tutte personalità del calibro di Rubert Murdoch, Tony Blair, Bill Clinton, David Rockfeller, Bono (cantante degli U2), George W.Bush Senior & Junior, Ronald Reagan, Henry Kissinger e molti altri.

In prossimità del lago artificiale del Bohemian Grove, di fronte all’Owl Shrine, una  statua in pietra, alta circa 15 metri e raffigurante il dio gufo Moloch (simbolo della saggezza, della conoscenza, della visione nelle tenebre), si tiene ogni anno una cerimonia ricca di riferimenti simbolici e rituali occulti, conosciuta  come Cremation of Care che, secondo quanto riportato, avrebbe la funzione di “esorcizzare il Demonio per garantire il successo delle due settimane successive”.

Il dio  Moloch  era un’antica divinità adorata dai Fenici e Cananei  e la sua sede era la valle della Geenna (località che attualmente corrisponde al quartiere più povero di Gerusalemme). Al Moloch venivano offerti sacrifici umani, soprattutto di bambini, che venivano sgozzati e successivamente bruciati.

Una processione funebre, svolta da membri vestiti di rosso e a lume di torcia, termina sotto l’enorme gufo con l’apertura di una bara contenente uno scheletro nero di legno, vestito da donna, posta sull’altare da una figura incappucciata per poi dargli fuoco.

Dentro la statua in cemento c’è un impianto audio che serve a riprodurre la registrazione della sua “voce” durante i riti.

La segretezza è fondamentale e non a caso il  santo patrono del Club è Giovanni Nepomuceno, un presbitero boemo che fu ucciso per annegamento, per ordine del re Venceslao, a seguito del suo rifiuto di rivelare alcuni segreti confessionali.  Presso le rive del lago è presente una statua del santo in legno, che lo raffigura con il dito indice sulle labbra ad indicare simbolicamente la segretezza mantenuta dai partecipanti del Grove.

Nel 2000, il giornalista Alex Jones riuscì ad entrare insieme al suo cameraman nel bosco e grazie ad una telecamera nascosta, Jones riuscì a filmare la Cremation of Care.

jones
Alex Jones

In BOHEMIAN CLUB, CIRCOLO SATANICO di Alfredo Lissoni – il segno del soprannaturale, n° 239 maggio 2008, egli scrive: “In realtà, al B. C. si consumerebbe ben altro: decisioni segrete, tra strani riti e sesso, spesso con minorenni affatto consenzienti, molti dei quali verrebbero addirittura sacrificati al diavolo; il tutto verrebbe filmato e le pellicole hard, o snuff movies, girerebbero tra gli adepti d’alto bordo e, affermano i maligni, servirebbero a CIA ed FBI per ricattare i potenti a causa delle loro devianze sessuali. Alcuni riti sessuali pare che prevedano l’adescamento di giovani legati a membri appartenenti a gruppi esoterici o satanici”.

L’americana Cathie O’ Brien sostiene di essere stata portata da piccola a questi raduni , in cui diversi uomini politici avrebbero approfittato di lei. Da allora Cathie avrebbe subito ripetutamente violenze di ogni tipo, pressioni psicologiche e persino lavaggi del cervello, per cancellarle dalla mente i ricordi.

MK Ultra Survivor and Official Whistleblower Cathy O'Brien - PTSD ...

Paul Bonacci, un adolescente che insieme a decine di altre vittime di Omaha, fu rapito dal famoso orfanotrofio cattolico di Boys Town del Nebraska e portato nella vicina base aerea di Offutt di Omaha per la programmazione Monarch, fu testimone di accadimenti scioccanti.

Costretto a prendere parte a riti e orge sessuali a Washington DC, come presunta vittima dell’anello di prostituzione infantile, nel 1984 fu portato nel Bohemian Grovie, dove fu costretto, sotto minaccia armata, a partecipare ad uno snuff-film, in cui ci fu uno stupro infantile e l’omicidio di un ragazzo.

Sulle attività svolte al Bohemian Grove c’è anche la testimonianza di Fiona Barnett che, in una deposizione, disse: «Mi condussero al campo estivo annuale del Bohemian Grove, frequentato da politici, uomini d’affari e altri VIP. Sono stata stuprata al Bohemian Grove dal reverendo Billy Graham a cui ero stata raccomandata dal suo buon amico Richard Nixon. Al Bohemian Grove mi misero nel gruppo di bambini mascherati da orsacchiotto che venivano cacciati per sport nella foresta dagli uomini, al suono della canzone per bambini Teddy Bears Picnic. Ho anche assistito all’assassinio rituale di una donna da parte degli ospiti maschi vestiti con abiti neri luciferini”.

fionacontrograham