LA MANIPOLAZIONE DEI GIOVANI: IL CULTO LUCIFERINO E ALEISTER CROWLEY

Già negli anni venti figure eminenti come Walter Lippmann, Edward Bernays, avevano evidenziato l’importanza delle tecniche di propaganda per ottenere consensi e per controllare le masse.

Bernays fu uno dei primi a commercializzare metodi per impiegare il subconscio al fine di manipolare l’opinione pubblica: “Il Paese deve essere diretto da cittadini responsabili, da un’avanguardia e gli altri stiano buoni. Occorre quindi controllare ciò che pensano, irrigimentarli come soldati“.

Noam Chomsky, linguista, filosofo, teorico della comunicazione, afferma che “il ruolo degli intellettuali, da millenni oramai, consiste nel far in modo che la gente sia passiva, ubbidiente, ignorante e programmata”.

Risultati immagini per NUOVO ORDINE MONDIALE

Nel libro “Due ore di lucidità” Chomsky scrive che “quando le società si democraticizzano e la coercizione smette di essere uno strumento di controllo e di emarginazione…le élite si rivolgono naturalmente alla propaganda.

Le grandi aziende di pubbliche relazioni, pubblicità, arti grafiche, cinema, televisione…hanno innanzitutto la funzione di controllare le menti. Devono creare bisogni artificiali e far sì che le persone si dedichino a soddisfarli, ognuna per conto suo, isolata dalle altre”.

Risultati immagini per noam chomsky DUE ORE DI LUCIDITà

E’ la strategia concepita con cura dal centro di potere composto dagli uomini più ricchi e potenti del pianeta, il NWO (Nuovo Ordine Mondiale): la diffusione della “filosofia della futilità” come definita da Chomsky, in cui l’attenzione della gente è catturata dalle cose futili, dai consumi dettati dalla moda, dimenticando in tal modo concetti pericolosi come la compassione, la solidarietà, i valori umani.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Il trionfo del liberalismo, come definito da Alain De Benoist, “l’ideologia che mette la libertà al servizio del solo individuo”: libertà di possedere (di avere e non di essere), di agire unicamente secondo il suo proprio tornaconto, oltre e anche contro ogni forma di interesse collettivo e di bene comune. E allora in questo modello sociale ci si può drogare fino alla morte, sballarsi con ogni mezzo fina dalla tenera età, vivere la sessualità come strumento di piacere, privato di ogni componente affettiva e in cui la scelta del partner non si rifà a schemi prestabiliti, affittare l’utero e addirittura ambire alla gestazione maschile.  Promuovere la pedofilia, il cannibalismo fino a normalizzarli.

La morale in questa realtà non è contemplata perché ostacola la realizzazione dei desideri individuali.

Un modello sociale che si sposa bene con quello proposto da Aleister Crowley, occultista e ispiratore del satanismo razionalista, nella sua opera principale “Il Libro della Legge” in cui proclama l’avvento del Nuovo Eone, l’Eone di Horus: “Fai ciò che vuoi sarà la tua legge. Non vi è altra legge oltre Fai ciò che vuoi”.

Principi portati avanti dall’OTO, l’Ordine del Tempio d’Oriente, o Ordine dei Templari Orientali, un corpo iniziatico internazionale di uomini e donne, il cui scopo è insegnare e promuovere le dottrine e le pratiche del sistema filosofico e religioso dell’occultista e conosciute come Thelema (“Volontà” in greco):

“Dovrebbe essere chiaro da quanto detto sopra che la Legge di Thelema “Fai ciò che vuoi” debba essere una logica regola di condotta per chiunque accetti quanto premesso sopra, poiché la Volontà ultima di ogni essere cosciente deve essere di aumentare la sua esperienza generale tanto da comprendere e conoscere se stesso, cosa che egli può fare solo studiando e comprendendo l’intero universo. Il fatto che questo compito sia infinito non è di detrimento al processo, ma rende tutto più interessante. È la via del tao. La definitività̀ stuferebbe…Aver pietà per un’altra persona implica che tu sei superiore a lui, e non riesci a riconoscere il suo diritto assoluto ad esistere per come è. Ti dichiari superiore a lui, un concetto profondamente opposto all’etica di Thelema”.

Ma se nel satanismo razionalista è l’uomo il centro dell’universo nel culto luciferino, sposato dal NWO, Lucifero simboleggia i poteri cognitivi dell’uomo, l’incarnazione della scienza e della ragione, la via per ottenere successo e potere attraverso riti e offerte.

Il suo obiettivo consiste nella dissoluzione di tutte le religioni oggi esistenti, per realizzare una nuova religione dell’umanità: quella luciferina dell’Uomo, che non avrà freni, né senso del limite, ma sarà tutto proteso alla soddisfazione degli istinti, delle passioni, all’espansione illimitata del piacere e del potere personale.

I principali strumenti di diffusione della nuova religione satanica sono oltre che figure intellettuali, i cantanti, le star dello spettacolo, gli idoli di Hollywood, che sono in grado di esercitare la massima presa su di un pubblico sempre più superficiale, omologato e manipolabile.

Risultati immagini per bambola gender
La barbie trans con il pisello

L’opera dei militanti è già iniziata da tempo e ora galoppa a vista d’occhio, con i risultati che sono ben evidenti agli occhi di tutti noi.

VIETATO “VIETATO FUMARE”

Risultati immagini per danni da marijuana cervello

A seguito di un ricorso presentato ad ottobre, la Corte di Cassazione il 19 dicembre ha emesso una sentenza che stabilisce che:

“Non costituiscono reato le attività di coltivazione di minime dimensioni svolte in forma domestica. Attività di coltivazione che per le rudimentali tecniche utilizzate, lo scarso numero di piante ed il modesto quantitativo di prodotto ricavabile appaiono destinate in via esclusiva all’uso personale del coltivatore.”

 Ciò è avvenuto nonostante i dati presenti nella relazione annuale sullo stato delle varie dipendenze in Italia nell’anno 2018, diffuso dal Dipartimento per le politiche antidroga della Presidenza del Consiglio, accolta nell’indifferenza totale da parte del mondo della comunicazione e del governo. Del resto i risultati dimostrano l’insuccesso delle politiche preventive e d’informazioni attuali.

In sintesi la diffusione delle sostanze stupefacenti ha raggiunto un terzo della popolazione giovanile; a ciò si associa l’insuccesso della prevenzione, correlata al grado di consapevolezza e l’inesistenza del recupero.

Nella relazione emerge quanto segue:

Un terzo degli studenti italiani – il 33,6%, corrispondente a 870.000 ragazzi circa – ha utilizzato almeno una sostanza drogante durante la propria vita; un quarto – il 25,6%, corrispondente a 660.000 studenti – ne ha fatto uso nel 2018.

I derivati della cannabis – marijuana e hashish, oltre alle piante – sono lo stupefacente maggiormente diffuso: interessano il 58% delle operazioni antidroga, il 96% del totale dei quantitativi sequestrati, l’80% delle segnalazioni ai sensi dell’art. 75 DPR n. 309/1990 (la detenzione che non costituisce illecito penale bensì solo amministrativo), il 48% delle denunce all’autorità giudiziaria.

Il consumo di cannabis è definibile “rischioso” per un giovane consumatore su quattro: circa 150.000 studenti tra i 15 e i 19 anni sono risultati positivi al CAST-Cannabis Abuse Screening Test, che per le quantità e le modalità di utilizzo della sostanza renderebbero necessario un sostegno clinico per affrontare gli effetti del consumo.

L’utenza dei servizi per le tossicodipendenze in trattamento per uso primario di cannabis rappresenta l’11% del totale, e i ricoveri ospedalieri da imputare a questa sostanza sono il 5%, di quelli direttamente droga-correlati. La causa della mancata corrispondenza fra uso e trattamento è, tra le altre cose, conseguente al fatto che il 78% degli studenti assuntori di derivati della cannabis sono all’oscuro degli effetti che le sostanze avrebbero avuto, a fronte di un media di principio attivo – il THC – riscontrata in esse pari al 12 % per la marijuana e al 17% per l’hashish.

I ricoveri ospedalieri direttamente droga-correlati nel 2017 (ultimo dato disponibile) sono stati 7.452, con un aumento del 14% rispetto all’anno precedente. Il 52,4% dei ricoveri sono stati attribuiti all’utilizzo di sostanze miste o non identificate: il 21,1% ad oppioidi, il 20% a cocaina, il 5,4% a cannabinoidi, lo 1,1% ad amfetamine e allucinogeni. Indicano, inoltre, un incremento di circa il 12% delle violazioni contestate per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti: 5.289 contro le 4.742 nel 2016. A esso corrisponde la crescita rispetto agli anni precedenti delle rilevazioni dei Carabinieri relative agli incidenti stradali con lesioni a persone con almeno un conducente sotto l’effetto di sostanze psicoattive: sono stati 1.048 (pari al 3,2% del totale degli incidenti rilevati) ed hanno provocato 1.893 feriti e 40 vittime. Sono numeri sottostimati: il secondo perché tiene conto solo del lavoro dell’Arma, il primo perché non considera i rilievi operati dalle Polizie locali.

Nel 2018 i decessi direttamente attribuibili all’uso di sostanze stupefacenti sono stati 334, con un aumento di quasi il 12,8% rispetto all’anno precedente.

Nella Relazione il totale dell’assistenza socio-sanitaria ammonta per le tossicodipendenze complessivamente a 1.810.433.498 euro: il 79,4% riguarda i servizi pubblici per le dipendenze, il 16% le comunità terapeutiche, il 4,6% è assorbito dall’assistenza ospedaliera. Restano fuori voci significative, in primis i danni da incidenti stradali.

In merito alla sentenza, la Comunità di San Patrignano ha riferito in una nota: “Esprimiamo la nostra più viva preoccupazioneper le eventuali conseguenze che, da questa decisione, si potrebbero riverberare negativamente sul nostro sistema sociale”. Aver reso, infatti, lecita la possibilità di coltivare la sostanza stupefacente in un ambiente domestico “inciderà negativamente sull’educazione dei minori che cresceranno, sempre di più, nella convinzione che l’utilizzo di cannabis sia innocuo e socialmente condiviso nello strisciante e progressivo percorso verso la legalizzazione che da anni è ormai in corso nel nostro Paese”.    

Dello stesso parere è lo scienziato, fondatore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, Silvio Garattini che in un’intervista afferma quanto segue: “Penso sia molto grave. Non possiamo nemmeno più parlare di tolleranza ma di vero e proprio scarico di responsabilità. Da parte della società dovrebbe esserci uno sforzo enorme per evitare che i giovani cadano nella schiavitù della droga e invece accade esattamente il contrario”.

Risultati immagini per silvio garattini

In relazione al messaggio inviato ai giovani e alla percentuale THC contenuta continua così: “Tremendamente sbagliato. Di fronte a ragazzi che si drogano e si riempiono di alcol non possiamo dire che la cannabis si può coltivare in balcone, come fosse basilico, per uso personale.

Non ci sono soglie tollerabili e non tollerabili. La differenza la fa anche il numero di canne che si fumano nell’arco della giornata, magari una in fila all’altra, non solo la percentuale di THC, che tra l’altro nella sentenza non è nemmeno specificata. Non c’era bisogno di aprire negozi che vendessero prodotti a base di marijuana, non abbiamo fatto altro che alimentare un certo tipo di cultura. Realizzare i cannabis shop ha dato l’impressione che questa sostanza potesse essere assimilata a un alimento.

Il cervello dei ragazzi si evolve fino ai 16-18 anni. Se un giovane fuma, avrà problemi di memoria, di concentrazione, di apprendimento. Farà fatica a prendere delle decisioni, come se fosse sotto una sorta di sedazione. Ci sono studi che dicono che, dopo quindici anni, si sviluppino più facilmente malattie psichiche. Penso sia molto importante mantenere fra i giovani l’idea che la cannabis sia una droga e possa dare effetti molto importanti anche a distanza di tempo se si assume in fase giovanile.

Risultati immagini per danni da marijuana cervello

Le droghe light aprono la porta all’uso di altri tipi di droghe più pesanti. Se alziamo la soglia della tollerabilità e prendiamo certe decisioni con leggerezza, non ci rendiamo contro che facilitiamo questo processo.

Analizzando i campioni di acqua prelevati, ci siamo resi conto che l’utilizzo di droghe è raddoppiato. Sia per quanto riguarda la cannabis, sia per quanto riguarda la cocaina, poiché rispetto a un tempo costa molto meno e quindi risulta più accessibile ai giovani. E in una fase come questa, dove l’allarme droga è alto in tutte le scuole, che facciamo? Consentiamo l’uso personale della cannabis”.

Spesso quando scrivo articoli sulle droghe leggere l’obiezione classica è che la legalizzazione combatte il mercato illegale.

Ascoltiamo cosa ha da dire sull’argomento il Procuratore Nicola Gratteri, impegnato in prima linea contro la ‘ndrangheta, sotto scorta dall’aprile del 1989, attualmente procuratore aggiunto a Reggio Calabria e a cui va il merito di aver coordinato e realizzato un recente blitz che ha permesso l’emissione di misure cautelari nei confronti di 330 persone, tra presunti boss di ’ndrangheta, affiliati, politici e professionisti.

Alla domanda se è favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere risponde che:

  1. Dal punto di vista scientifico non esiste più la differenza tra droghe pesanti e leggere perché quelle attuali hanno un THC che ha un effetto stupefacente 4 volte superiore rispetto al passato, in quanto la pianta di marijuana viene modificata geneticamente, per resistere agli agenti atmosferici.
  2. La legalizzazione non allontana i giovani dalla criminalità organizzata perché questo disegno di legge afferma che la marijuana può essere venduta in farmacia con un certificato medico che attesti la sua tossicodipendenza; è noto che la droga in questione si consuma nelle scuole medie e pertanto questo disegno non tutela i ragazzi dai dieci ai diciassette anni che continuerebbero pertanto a rivolgersi al mercato nero.
  3. Molti affermano che se si legalizzano le droghe leggere lo Stato incasserà dalle tasse sulla vendita 4 miliardi e mezzo di euro l’anno, stesso ragionamento che è stato effettuato per le slot machine, dalle quali lo Stato ha previsto di incassare 2 miliardi e mezzo.

Oggi tuttavia non si calcolano i costi sanitari conseguenti alla ludopatia che coinvolge i ragazzini e i pensionati. Quest’ultimi spesso bruciano nel gioco d’azzardo la pensione entro la prima settimana del mese, portandoli ad assumere un comportamento analogo a quello dei tossicodipendenti. Quindi è stupido dire che è un motivo per fare cassa.

Inoltre:

  1. Secondo lo studio di chi è favorevole alla legalizzazione delle droghe leggere un grammo in farmacia costerà 12 euro circa. Ma se al mercato nero costa 4 o 5 euro al grammo perché la gente dovrebbe comprarla in farmacia a un costo pari al doppio, tenuto conto che attualmente la gente va a fare benzina al self service per risparmiare?
  2. L’uso sistematico della marijuana porta alla diminuzione dello spessore della corteccia cerebrale dove risiede la memoria e determina un incremento della slatentizzazione della schizofrenia, degli incidenti stradali e un aumento di violenza secondo studi fatti dal Colorado. Quindi chiunque viene a parlare di questa realtà prima si documenti.

Concludo riportando i dati ISTAT relativi all’uso di alcol, nonostante esista una legge che vieta gli alcolici fino a 18 anni e sia legalizzata.

Nel 2018 il 66,8% della popolazione di 11 anni e più ha consumato almeno una bevanda alcolica nell’anno, percentuale in aumento rispetto al 65,4% del 2017.

Secondo il dottor Gianni Testino, presidente della società italiana di alcologia, “fino a 25 anni qualsiasi consumo settimanale di alcol è dannoso e va a impattare sulla salute dei giovani nel futuro. L’etanolo che è nella birra, nel vino e nei superalcolici è tossico e può dare dipendenza. Il fegato che deve eliminare l’etanolo è immaturo fino a circa vent’anni e qualsiasi dosaggio rimane nell’organismo per un periodo di tempo molto superiore rispetto a un adulto e ha tutto il tempo per danneggiarlo dal punto di vista fisico. Dal punto di vista psichico, visto che la maturazione del cervello è fra i 20 i 25 anni, bere al di sotto di questa età predispone alla dipendenza dall’alcol.

Non esiste un livello soglia di sicurezza. Il mondo degli adulti dovrebbe fare di tutto affinché i ragazzi evitassero di bere alcol. I nostri corsi si rivolgono ai bambini già dalla quinta elementare proprio perché imparino loro a dire a no e a capire che diventare grandi significa dire no al fumo, all’alcol e alle sostanze stupefacenti. Bisogna renderli forti con l’informazione”.

I dati riportati in questo articolo dimostrano chiaramente la carenza di informazione, di prevenzione e di controllo del nostro Stato verso l’uso e abuso di sostanze da parte dei giovani, sempre di più avviati verso uno stile di vita dedito allo sballo.

Ciò andrà ad incidere necessariamente sui costi sociali e sanitari, come spiegato correttamente dal Procuratore Nicola Gratteri, ma cosa ancora più grave è l’indifferenza e la superficialità con cui si affrontano questi argomenti nel mondo adulto.

L’uso farmacologico della cannabis deve avvenire in ambito ospedaliero e non deve essere una giustificazione a terapie fai da te, a cui siamo sempre più abituati o all’utilizzo incondizionato delle droghe leggere.

Il risultato della politica attuata fino ad ora ce l’abbiamo davanti agli occhi, guardando i nostri ragazzi. Fin dove ci vogliamo spingere? Ma soprattutto che futuro vogliamo per i nostri ragazzi?

Le droghe devono essere combattute tutte, indiscriminatamente. Non esiste una dipendenza di serie A o di serie B, esiste LA DIPENDENZA e le sue conseguenze.

erosione cervello da metanfetamine
Danni cerebrali da uso di metanfetamine: perdita del tessuto cerebrale di oltre il 5% rispetto ai non consumatori. Altera gravemente le strutture encefaliche e le funzioni cognitive
cervello consumatore di cocaina
Danni cerebrali da uso di cocaina: diminuzione dell’attività cerebrale, in particolar modo nella regione dei lobi frontali, che presiede la capacità di pianificare, prendere decisioni e regolare gli impulsi del comportamento, la stima dei pericoli
cervello consumatore di cannabis

Questa sentenza ci fa capire quanto teniamo ai nostri giovani.

Immagine correlata

Papa Francesco che fine ha fatto il primo comandamento?

Dalla Sacra Bibbia: “Esodo, 20 1. Dio allora pronunciò tutte queste parole: 2. «Io sono il Signore, tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d’Egitto, dalla condizione di schiavitù: 3. Non avrai altri dei di fronte a me. 4. Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra. 5. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai. Perché io, il Signore, sono il tuo Dio, un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione, per coloro che mi odiano,”

Nel mese di ottobre ci fu molto scalpore  a causa della pubblicazione di immagini o figure utilizzate nella cerimonia nei giardini vaticani all’inizio del sinodo panamazzonico e nella processione dalla basilica di San Pietro all’Aula sinodale, a cui ha preso parte anche Papa Francesco.

Una parte dei cattolici condannò questi atti come se fossero un’adorazione della “madre terra” e di altre “divinità” al punto che le statuette indigene amazzoniche furono rubate dalla chiesa di Santa Maria in Traspontina e gettate nel Tevere.

Immagine correlata
Immagine correlata

Un articolo dell’Osservatorio Romano scrisse che, in realtà, non ci fu nessun culto idolatrico ma che queste statuette e riti rappresentavano “simboli di realtà ed esperienze amazzoniche, con motivazioni non solo culturali , ma anche religiose, ma non di adorazione, perché questa si deve solo a Dio”…descrivendo che “Nel Documento di Aparecida diamo l’appellativo “madre” alla sorella terra, seguendo l’esempio di san Francesco d’Assisi, che non era idolatra: «Con i popoli originari dell’America, diamo lode al Signore che ha creato l’universo come uno spazio per la vita e la convivenza di tutti i suoi figli e figlie, lasciandoceli come segno della sua bontà e della sua bellezza. Anche la creazione è manifestazione dell’amore provvidente di Dio; ci è stata data affinché ce ne prendiamo cura e la trasformiamo in fonte di vita degna, per tutti. Sebbene oggi si sia diffusa una cultura di maggior rispetto per la natura, percepiamo chiaramente in quanti modi l’uomo, ancora, minaccia e distrugge il suo habitat. “Sora nostra madre terra” (Cantico di frate Sole, v. 9) è la nostra casa comune e il luogo dell’alleanza di Dio con gli esseri umani e con tutta la creazione.”

E’ il 24 dicembre e canale 5 manda in onda il concerto di Natale, visto da 1.7 mln di telespettatori, condotto nella sala Nervi.

Immagine correlata

Anche in questa situazione un twitter di Marco Tosatti  rimanda a un suo articolo che scrive quanto segue: Alla vigilia della nascita di Gesù Cristo, abbiamo potuto vedere una signora india (latino americana) che insegnava a tutti, prelati, vescovi, pubblico, presentatrice e chi più ne ha più ne metta a incrociare le braccia sul petto, in una specie di rituale che difficilmente avranno compiuto i pastori chiamati dall’angelo. Perché? Perché in quel modo, spiegava, la signora  “Sentirete una forte vibrazione. È il cuore.  Il vostro cuore, ma anche il cuore della Madre Terra. Dall’altro lato, dove c’è il silenzio, è lo Spirito. Lo Spirito che permette di sentire il messaggio della Madre. Per noi popoli indigeni, la madre terra, la Hicha Gueia, è tutto. È la Madre che ci dà gli alimenti, il cibo, l’acqua sacra, le piante medicinali; e quello che offriamo alla terra è per renderle omaggio, la placenta e i primi capelli che ci tagliamo. Per noi la Madre Terra è fondamentale, la nostra connessione con essa è costante, come si sente il polso, come si sente il cuore”.

L’immagine di queste persone con le braccia incrociate sul petto mi ha subito portato alla mente un altro personaggio che amava farsi fotografare in questo modo:  Aleister Crowley.

Secondo A. Crowley, ispiratore del satanismo, l’universo è animato da un movimento ciclico, alla base della teoria degli Eoni, ossia cicli che vanno da un minimo di 1461 anni (ciclo di Sirio) a duemila anni, come l’Eone. L’attuale Eone sarebbe quello di Horus, iniziato da poco, caratterizzato dal sorgere di religioni quali l’ebraismo, il buddismo e il cristianesimo.

Se nell’Eone di Osiride si comprese che l’uomo deve morire per poter vivere, nell’Eone di Horus, secondo Crowely «noi sappiamo che ogni evento è una morte, soggetto ed oggetto si uccidono a vicenda, e ognuna di queste morti è essa stessa vita». In questo ciclo “la parola del peccato, restrizione” non ha più ragione di esistere e “fa’ ciò che vuoi” diventa “tutta la Legge” come descritto nel suo “Libro della Legge”.

E se le braccia incrociate mi creano già inquietudine la Madre Terra non è da meno perché mi riporta alla Wicca.

Religione moderna, centrata sulla Terra, con radici nelle pratiche dei nostri antenati sciamani. I suoi praticanti, i Wiccan, onorano i poteri vivificanti e l’energia rigenerante della natura, i suoi cicli, mediante l’adorazione rituale e il loro impegno a vivere in equilibrio con la Madre Terra.

Le divinità che sono, infatti, venerate sono implicite nella natura stessa e sono formate da due principi opposti e complementari: la Dea (Dea Triplice o Dea Madre) e il Dio (o Dio cornuto).

  • La Dea Madre, collegata alla terra e alle tre fasi della vita della donna (giovinezza, maturità, vecchiaia), così come alle tre fasi lunari (crescente, piena, calante)

Il Dio cornuto, legato ai boschi, agli animali e alla sessualità.

Tutto ciò che è vitale è formato dai 5 elementi fondamentali (aria, acqua, fuoco, terra, spirito), che sono rappresentati attraverso il simbolo del pentacolo all’interno di un cerchio.

Molti Wiccan entrano in connessione con le energie divine della Natura attraverso riti magici, che includono anche ingredienti come candele, cristalli ed erbe, eseguiti nei Sabbats e nei Esbats.

Risultati immagini per rito sabba streghe wicca
1° rituale collettivo a distanza per Madre terra e tutte le creature organizzato da il Grimorio dello stregone e Wicca e Neopaganesimo in Puglia e Basilicata

La sensazione che ne deriva, da semplice cattolica, è un mix di simbologia e di riti che sfociano addirittura in religioni come il satanismo, che vede il cattolicesimo come il peggior nemico, da distruggere con ogni mezzo.

Cosa intendiamo allora per ecumenismo? L’incontro delle religioni nel rispetto dei riti e devozioni di ognuna? L’ospite non dovrebbe adeguarsi alle usanze del luogo, da vivere come spettatore per non offendere la propria religione? E’ così indispensabile condividere i riti che non appartengono alla nostra religione? Sono tante le domande che m’invadono in questo periodo e con esse anche i dubbi su ciò che stiamo vivendo come devoti di Cristo e di Maria.

Francesco ospita il Dio serpente alato come parte del programma di scambio di divinità
Io porrò inimicizia fra te e la donna,
e fra la tua progenie e la progenie di lei;
questa progenie ti schiaccerà il capo
e tu le ferirai il calcagno. (Genesi 3:15 – La Bibbia) Egli afferrò il dragone, il serpente antico,
cioè il diavolo, Satana (…)
E il diavolo che le aveva sedotte fu gettato nello stagno di fuoco e di zolfo,
dove sono anche la bestia e il falso profeta;
e saranno tormentati giorno e notte,
nei secoli dei secoli. (Apocalisse 20:2,10)
Immagine correlata

“A Children’s book: il progetto di NWO continua

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è immagine.png

Capita sovente di leggere articoli o post sul New World Order (NWO), il Nuovo Ordine Mondiale, obiettivo degli Illuminati.

Per taluni è peculiarità dei complottisti, per altri verità.

Chi sono gli Illuminati? E’ una società segreta, organizzata gerarchicamente secondo un modello piramidale, simbolo che li caratterizza e che spesso viene raffigurato con un occhio all’interno: l’occhio di Horus.

Immagine correlata

E’ un gruppo ristretto formato da famiglie potenti, regnanti, capi di Stato, rappresentanti della Commissione europea, banchieri e uomini d’affari.

Il loro obiettivo è quello di controllare la popolazione mondiale e di imporre i loro principi che hanno le loro basi sul culto Luciferino, fulcro del loro credo mistico.

Per ottenerlo è necessario raggiungere i seguenti punti:

  1. Stabilire un unico Governo Mondiale, una chiesa unificata e un unico sistema valutario sotto la loro direzione.
  2. Provocare la distruzione di ogni identità nazionale e di ogni sentimento patriottico.
  3. Distruggere il culto religioso e in particolare quello cristiano per dar spazio al loro credo.
  4. Istituire particolari strumenti di manipolazione mentale.
  5. Causare la fine di ogni tipo di industrializzazione e portare la “società a crescita zero post-industriale”
  6. Incoraggiare ed eventualmente legalizzare l’uso delle droghe e fare della pornografia una realtà normale, inclusa la pedofilia.
  7. Provocare lo spopolamento delle grandi città
  8. Cancellare ogni tipo di sviluppo scientifico che non sia a vantaggio degli Illuminati.
  9. Causare la morte di tre miliardi di persone, da loro definiti “mangiatori inutili” attraverso le guerre e la carestia, il cannibalismo.
  10.  Indebolire la fibra morale della nazione e aumentare la disoccupazione, di conseguenza la depressione con conseguente incremento dell’uso di droghe e alcool e distruzione della famiglia.
  11.  Impedire il libero arbitrio
  12.  Accrescere il fondamentalismo cristiano
  13.  Favorire l’espansione di culti religiosi come la Fratellanza musulmana, il fondamentalismo islamico e i sikh
  14.  Incrementare la libertà religiosa in modo da sminuire le religioni esistenti, specie quella cristiana.
  15.  Determinare il crollo delle economie mondiali e generare il caos politico.
  16.  Assumere il controllo delle politiche estere e nazionali degli Stati Uniti.
  17.  Appoggiare l’ONU (Nazioni Unite), il FMI (Fondo Monetario Internazionale), la Banca Mondiale e la Corte Mondiale
  18.  Distruggere la sovranità di tutte le nazioni
  19.  Organizzare un apparato terroristico mondiale (Isis…)
  20.  Controllare l’istruzione pubblica.

I media sono uno degli strumenti di diffusione della loro cultura individualista, nichilista e luciferina, insieme all’appoggio di molti persone di spettacolo, loro seguaci, in grado d’influenzare la cultura di massa, specie i giovani. Attraverso questi strumenti la popolazione giovanile è sempre più avvicinata al loro credo satanico, abituandoli a vivere sulle apparenze e a soddisfare unicamente i loro piaceri e ogni forma di depravazione.

La finestra di Overton (The Overton Window) è uno degli strumenti persuasivi e manipolatori più utilizzati nella società odierna.  

Concetto introdotto dal sociologo Joseph P. Overton, secondo  il quale, attraverso sei fasi, si può spostare l’opinione pubblica rispetto a una certa idea, inaccettabile in passato e legalizzata nella società attuale.

In che modo? Attraverso un bombardamento mediatico che spinga a normalizzare un determinato concetto.

E’ ciò che è successo per la teoria gender, per il matrimonio tra omosessuali, per l’eutanasia ed è ciò che sta succedendo per l’imposizione del culto luciferino nei giovani.

Attraverso i videogiochi, le serie televisive, la moda, i libri, proposti già dalla tenera età, si normalizza in un primo tempo e si valorizza successivamente la cultura satanista, togliendo spazio al credo cristiano, suo acerrimo nemico.

L’ultima trovata è la pubblicazione negli Stati Uniti di un volume, scritto dall’autore Aaron Leighton, dal titolo “A Children’s book of Demons” e indirizzato ai bambini di età compresa tra i 5 e 10 anni. Un grimorio, ossia un libro di magia nera in cui s’insegna a evocare i demoni attraverso l’impiego di sigilli.

Risultati immagini per Aaron Leighton, dal titolo “A Children's book of Demons”

Egli afferma che: “Evocare i demoni non è mai stato così divertente.”  “Non vuoi portare fuori la spazzatura stasera? Forse stai nuotando nei compiti? Forse quel grosso prepotente è un vero fastidio? Bene, prendi le tue matite colorate, e usando le abilità contenute nel disegno dei sigilli chiama alcuni demoni! Ma fai attenzione, anche se questi spiriti sono più sciocchi che spaventosi, sono sempre demoni”.

Ma l’opera di avvicinamento al mondo esoterico e all’occulto in particolare non è cosa recente.

Già in passato i bambini sono stati avvicinati allo spiritismo tramite diversi portali, come il gioco Charlie Charlie, in cui bastavano due matite, un foglio e l’evocazione dello spirito di Charlie o la Tavola Ouija, venduta da Hasbro Ouija come gioco da tavolo, “mezzo esoterico”, per comunicare con gli spiriti occulti.

data:image/jpeg;base64,/9j/4AAQSkZJRgABAQAAAQABAAD/2wCEAAkGBxISEhUSExIVFRUVFxcVFxUXFRUXFxUXFRUXFxcVFRUYHSggGB0lHRUVITEhJSkrLi4uFx8zODMtNygtLisBCgoKDg0OGxAQGi0dHR0tLS0tLS0tLS0tLS0tLS0tLS0tLS0vLS0tLS0tLS0tLS0tLS0tLS0tLS0tLS0tLS0tLf/AABEIAK4BIgMBIgACEQEDEQH/xAAbAAACAwEBAQAAAAAAAAAAAAABAgADBQYEB//EAEwQAAIBAgAHCgkICAYDAQAAAAABAgMRBAYSITFBUQVhcYGRobHB0fAWIjJSU3KSsuEHExUjNHOi0hQkJUJDYrPxMzVjgsLiZHSjF//EABkBAAIDAQAAAAAAAAAAAAAAAAABAgMFBP/EADIRAQACAQEFBQUIAwAAAAAAAAABAgMRBBMyUXESFCExMwUiQZGxFSM0QlJTYaGBsvD/2gAMAwEAAhEDEQA/AOMvnsu+ktjG+d3JCAXLXbNqM92pGNt7a/7B+cvozLZt4ewrWfZvLYeqMbb4R5oz5PoUdyqFl9VD2UWLcuj6KHso9cFmXB1FiibHYryZfbtzeH6Joeih7Ifoih6KHIe9RCkLd15JRe3N4Poih6KPP2h+hqHolyy7TQSGUQ3VOUHvLc2b9BYP6Ncsu0i3Awf0f4pdpqpByRbqnKD3t+bKeL2Dv92XtMHgzg+yftfA2Eh0g3OPkcZb82I8VqO2ftLsJ4LUreVPlj2G7YItxj5Jb6/Ng+C1PVOfN2E8F4efLkRvopw/CPm6U6mnJi5JbWlmXG7LjFuMfIb6/Ni+C0fSS9ldoHiuvSv2fidHTvZX02V+GwzQtxj5Hvr83MyxVTVvneDxP+wjxQb/AI3/AM/+x1GSFRF3fHyPf35uT8DX6ZbfI1+0P4IP0y9l9p1SQ1g7vj5Df35uW8EpWsqseHJfaGOKcloqR40+c6pIaKDu2PkN/dyngnP0keRhlirUtZVIfi7Dq0Mhd2oN/dxTxPr+fS5Z/lF8Da/n0+WX5TuAh3ahd4u4mOKFfzqb/wB0vylixWrrR83wqXwO0iNcO60HeLuFlivhK0Rjw5a6weDeE+Yvbj1s7y4Q7rQu8WfO8L3KrUo5U4ZKvZeNF53wPePIo7Ts8b/8Feuvdkcct7l6zly44pbSHTivNq6yt76yC2fndACrRZ2nBRnm4dAyu3n08VkJShr5+pF2T3zEDSCtoRanZXArJXDJZr7z6BwH1Oisy4F0FiQmD+THgXQWm2yADYNggYoaKFQyAzoIoUBnsFATGAzCykS5n4fhGShTOhvVLCVexg47Ye4UacV/FrU4PgV5vlyEjwfSLcyvHWV6GDv/AMiHuVCjPeYxWmPOIWY6+/ES7bc6rl04y3l0HpaPBuD/AIEOBdBoFex5JyYK2t5zB5q9m8xBbECQ6lQoIoUAMhkIFMAsChExkwBggQQIyCKmFAUmQwg1xkwcdP8ABiv517sjko9++w6zHGX1UPX/AOLOSTM7aPUd2DgWXe1cnxICz2kOfVbo4ZIfhXfeIugbuiJmpxu9AcIfiy4H0Ehs5w1l4suB9Gljg5fUMF8iHqx6EWo82AyvSpv+SD/Cj0o24ZJgoAyABKSWnMNEWsrpJrNfqYEnHgeh7N59vdhwacrNLam+S3aTL2Ju2m2fvxCvym9kelvsQaKaS5eNgayE7lqZRfxmtqT49HPbpLEI0qSMTdaWZmxVZi7qaGRsnVzeD+Xxnuxx+zUN7CKfuzPDQfjnvxv+yUt6vS6zmy+jbpKynqV6uuxef1EOA0mjLxcf1EDUuVezvw1OiW0epIACE71AJC03ccqqxd7L97TvbWuECH534Zm77+YKctnK11AnmaSTzLVyLrGg3rVuQDFya1XY8GLOL0rTs2kpyuBLrhTFRABhkxLhbBE41xAjJz+OkvEp+s+j4nKpnS46SzUlvzfJk9py2UZu0epLuw8ELb7xCrjZDn1WuQc0ld6CU027vMloXW9/eDGldpviWpfEtsrb2n4sR6pHVs752GVmuFP+4LX1cQ0eUZvou48r4PRf+lT9xHuRn7hv9Xo/dw91HvNqvjDKt5ydMZMruMmMGnq4UWKzzPQVphTAzUqbTbvdZrbbLaRQa0Wa1XbVt7Q7huFMDSENb0vSOKmG4grqsxd03mNiqY26eghZOrm6Xlnuxu+xQ++pe8eCk/H4z343fYU9lWj76KL+lbpKynqV6usxaf1ETUMfFSopYPFp5nw7TXbKPZv4an/fGUto9SRuFMrCmaChZcWnpb4uJd2+MBLgDzi9KtotZ5gwvrtxCZQcoAecXqaXFn4tRIU0syFuMpADoYRMNwI4AJhTGRkMIEROXx2eelvKb4PJOYR0eOvl0/VfBpOZnMzM/qS7sPBCzK75yFXzy73IU+C3RzyQLXJp7849vjviAJd9vAP3zAffsREMPoO4H2al6keZHvseDF/Pg1L1etmibNOGGZbikCRCQkUIMgBiIzIKGUA5AtUogCNjZIMkNRopqsxt0tBtVUYu6azMhaU6w5ukvH4z244r9nv7yj/UieKj5fGe/HBfs+fr0f60CqfTt0Trxx1avyayvufR4JarfvyOoOc+T+7wOndJPPmWjypHR5JVsVtcUdZ+spZo975fQEFBsHJOzVSW4UFxCohqCkGyQqIEW4VIjQACxMZMqQyYyWBTEUg3ApWIYrTGuBOPx3n9bBLzL/il2HM8J0GOz+vjdrNTXvS1HPKUX8TKzz95LQw8ELLrugBvvkKlngwVca/YBLmGnTa76gggGgiRXKMs4w7nFuX6tT/3LknJGpcyMWvs0OGf9SZqpmzj4Y6My/FJ7kFQWSKAq1VFXZxm7eOE4TyaatG/jStdtfynUYbgrmrXMmWLMHqKskTas15rKaROrnVjvLzp8j7RvDxrTKfJN9BuPFSnsJ4J09hl/ZkR+a3zdfeY5Qx4Y+3/AH5Ztql1jeHqWmfM+w1HijDYK8T6ewPs2fhe3zPvFf0wz/DyD/iLvxFOE440JZp1Fy26jRnifT2cx4sLxXpxWhC+z7/uW+cnv6/phiYVu9QWenVSezKT5mZmH44V60P0eTi6cpQu8lJ+LNSWdb6RpV9x4N2UUV7pYsfNUJVr+S4ZuGcV1ltMF6Vn3pnrJ72szHuxDq8Vt3o4LgVFSaWU6llKy0TehWW3Yaax4h50OVdpkYJuHHC8HpPIUVBzsraLy68m4fASGxchw7Ns+bJTt1yTWJmfDl4yne9KzpNYltQx3h/Jy/8AYujjrDZHl+JzjxBp+bHkG8BkdHddp+GWUIyYvjV0ixyhsjy/EsjjhT81cpyssRRXiN3uHd9r/d/qB28P6XYLG2n5q5fgX4NjRSlJRaSu7Xvo5jiIYiSb087NvcrEOnBqU5OTWq+YnTBtmsfef1CNr4dOF1yw6lJqMZpt6k8+0tuLQoxhFRikktSLEjVj+XHJQoJEMgJlDIiYEikPcSxGwJxuNrX6R/siul9Zz8rI2sa5L9Jln1RX4UY90tC4zJzcctHH4VgmbzWQfj6CFeqbMhCzvs1b+0sUL6SKP9+wa/JsQ0NVDhn3uoGYtk79+ZFNXNmt1jDtsWHfB4cM/fkaxj4ou+DL1prkkzZNfFwR0Z2TilCJgIWEe4YsruFzsm9mcRrrhR51Uur2GhVTzcoGvuQqdRLOxo1L5/h0gCV0Ye6Whm1WZi7p6GV2Tq52j5fGaWM6/Z9Xgh/UiZlLyzUxk/y+t6q9+JD8kpRxQ08QVbBUn50/fkdKjmcQ6WRg2Te/jTd1/NOUrcV7HSJnL7OnXBHW3+0rdo45/wAfQWkGwtw3O9zjYKsLcNwCyLGTKlIZSALLkyhSAD3BclyASXCANxoyKuSUQRZapAT51jLP9ZqcMV+FIzktvwSPfu/L9Zq7ctrgPBHPwdJjZJ9+erTpwwOUtj5WEnLyfEJUbwZXwBld9b7EJp79Ib20FiK2LS06e+gScb6WLe3D30Ayhk63E77NbZUqe+31m2YeKT+oa/1Jc9n1m0a+Lgjoz78UmTChBosmSSp61p5nw9pXLxnk2aSzy6o9fBwl0p2V+99QaULLpe162BvMo3csp3SdraFoWzfbLqVreLa28CVGzbyFK7vfxb8d7D009lt7+wjCcXdNZ7K1utEhWvm17NYXWita4LiNOTTtZJPSrN3tqedIAlWRjbpPMzXrIxN03mZGydWFRXjcZq4xr9n1/U/5RMvBvK4zVxi/y+v92+lEI4JS/ND24gSX6M7efPU1+/LU+nWdMcziFBxwdp2zzk8zbzSk2tOvOdLc4/Z3oR1t9ZW7T6ny+iEIFM0HPqWo2k2s7DTd0Cq83GulCVJ5Cb1Wb4HYZJGr4qb16uHUPCrns1bhBGNslbFm5l34Q10nk5s+Vm6+a4BapBuKgiB7hUhLgchlK3KIVXGTAllwpiJhixE+dbtO+EVfXlxK55ky/dN/XVfXn7zPNOdlnMW/FLUr5QdIh5P0t7OchFLRTfUgXsLfYK38WTVHb79gt9S07dnaKnfRo6ewMe+/wbwG67FFWoy+8fuwN0w8UV9VL137sTcZr4eCGdl45QKYoUy1E1xlIUFxGtygplSY1wNblCiphA1Vcwt1NDNuszC3UeZkLJwxsEj4xrYxR/UMI+6kZeBeUbGMX2DCPuZ9BHT3JOOKD/J/Wc8HbaStJxzO+jNc6hHL4gUlGg0tbcuOWdnTnF7N03Hhzn6yu2nXeeP8GRAXJc0XMjGWgW5LgSxpMVU1e+dvfAmG4A1iAuS4AWxSAuBHImLcFwJbcMdJUmOnYRPmu6OEqM5yelyk7cLZkyrXzvX0CYRLKbb0vOeeLegw582zSukPT85vEFi1vgIpeK6UteoCldZ8y1Lt3xcm+d6F3siRvwdXxLHOtV27c2zhDLN3uIpZr6F30nmr4TfRmXJvIcB2uJEsqnV12qW48iB0djk/k0z0sI/9hrTf+FSOwyTYw+nDOy8cqsklizJJklqBLAyR0g5IklYyRMklgCWCREsBqKxh7p6Gblcwt0lmZXbyTqysC8o2MYI3wDCPuanus8G5mCSctB1mD0rIKxrXQpnSdWNiLL6jiXQjpCuEUtA5TsuzbjH2NdfGf7lPNl3lu15CFARJbx0qkIhbkuAOmS4lwqQA9yAiyAEuS4GARCg3FCBGJWlaEn/K3yJgKcPnalUeyE/dZGfIR5vlEHkxuzzQeU721Z+Ek4ybs9B6qVPJ4TDbfkoUJeayHryI7OcgvEFtr78RG+LeFnLXs1COZaoGrnzcx5pvNq2308m+WqXKeLdPxYOWxd7bBx4nDtvkleVg9d7cJlzU6Z3GScL8jH2Cb24RU9ymd/Y2ccaVhl5OKVLiBousBxLEFLRB2iCPVXYg7QAMhGMBgbz1YnllglzQkgRRHQ9VWC4KonpBcNxlqKQRXNIpnhaW3mAPQh0eD6QhslyLtJLdSC1S5F2i1gaPc0SxnfTNPZPkXaU1sYqMb3jU4lH8wtYPSWqAwJ430F+7V9mH5ip46YP5lX2YfnF2oPsy6NkuczLHfB/Mq+zD84qx5wbzK3sw/OR3leZ9i3J1OUTKOVePFB6KdXjUF/yZSsfKN89KpxZL60KctI+J7q/J2NyXOOn8oODr+FV5IfmK/wD9Hwb0Vb8H5hb2nMt1fk7Y826srUKv3c/dZykflFoPRRq/g7QYbjjGvRlCFKUctZN3JZk2r5lvEL5qdmfFKuG+sTo5+SSFSXaCSBfMZLS1HK3ukIqT3uQIJaP/2Q==

La Wicca e il suo libro dei morti, che tanto piace ai giovani e che ha molto in comune con il satanismo, come è spiegato nelle Terrificanti avventure di Sabrina, serie televisiva composta da 36 episodi, pubblicata sul servizio di streaming on demand Netflix, che ha riscosso notevole successo e della quale è prossima l’uscita della terza stagione. Un inno a Satana, al quale sono rivolte le preghiere cristiane come il Padre Nostro e a cui si offrono sacrifici, orge e atti di cannibalismo in cambio di potere, successo e doti straordinarie.

Risultati immagini per Terrificanti avventure di Sabrina

Un bombardamento mediatico su più fronti che coinvolge anche il mondo della moda, come dimostrato dalle magliette vendute su Amazon,  appartenenti alla collezione più vasta dei Designs ufficiali Steven Rhodes e di cui fa parte la linea di abbigliamento Wicked Clothes (vestiti malvagi);  composta da T-shirt, felpe e body per bambini, in cui l’esoterismo e in particolare l’occulto è il tema principale delle illustrazioni da lui disegnati: Satanism (satanismo), Death ‘n’ Bones (morte e teschi), Witchcraft (stregoneria) e Ghosts & Aliens (fantasmi & alieni).

La serie di opere di avvicinamento al culto luciferino del mondo giovanile è estremamente lunga e cominciano a portare i loro frutti, come dimostrato dall’avvicinamento ad ogni forma di dipendenza, come strumento di divertimento e di benessere, di pornografia, di normalizzazione di atti blasfemi come la bestemmia, oramai comune intercalare del loro linguaggio.

Allarmismo inutile? Complottismo? Può darsi. L’argomento, tuttavia, merita una riflessione da parte di noi adulti.

Cerimonia di apertura di un tunnel alla base del San Gottardo in Svizzera

La doppia faccia di Halloween

Come ogni anno siamo giunti all’appuntamento del 31 ottobre, con la celebrazione delle sue ricorrenze.

Il mondo cattolico si prepara alla festa del 1° novembre di Ognissanti, nota anche come Tutti i Santi; una solennità che celebra la gloria e l’onore dei Santi canonizzati e non, cui segue la commemorazione dei Defunti il 2 novembre.

Da qualche giorno i cimiteri si popolano di persone che si adoperano a ghindare a festa le tombe dei propri defunti ed il risultato finale è un’esplosione di colori e di profumi che fa da sfondo all’andirivieni della gente.

Un’usanza che poco per volta è stata soppiantata dalla festa di Halloween, specie in ambito giovanile.

Risultati immagini per halloween

Nella sera del 31 ottobre molti giovani preparano i loro costumi e i loro trucchi per condividere avvenimenti festaioli che hanno come tema i personaggi dell’oltretomba.

Le case e i negozi si arricchiscono di decori a tema come pipistrelli, ragnatele, scheletri e zucche illuminate; i bambini si riuniscono per andare a bussare alle porte delle abitazioni per chiedere “Dolcetto o scherzetto?”.

Risultati immagini per halloween

La festa di Halloween, meglio conosciuta con il nome di Samhain, ha origini antiche rintracciabili in Irlanda, dove corrispondeva al capodanno celtico.

Essendo un popolo di pastori, i Celti scandivano il loro ritmo di vita in base ai tempi imposti dal bestiame; alla fine dell’estate riportavano a valle i greggi per prepararsi all’arrivo dell’inverno e del nuovo anno che non aveva, quindi, inizio il 1° gennaio bensì il 1° novembre, quando la stagione calda era ufficialmente finita. Questo giorno era celebrato con lunghi festeggiamenti: il Samahain, un rito di passaggio che aveva la funzione di esorcizzare l’inverno e i suoi pericoli.

Il tema della festa era la morte, in sintonia a ciò che andava incontro la natura con il freddo: la vita sembra finire ma in realtà continua sottoterra.

I Celti credevano che Samhain convocasse tutti gli spiriti il 31 ottobre, facendoli fondere con la vita terrena, in modo che potessero vagare indisturbati sulla Terra per far visita ai loro cari. A tale scopo, in questa notte si accendeva il Fuoco Sacro nei raduni dei boschi e delle colline, si accendevano lanterne ricavate dalle rape (sostituite in America dalle zucche perché più facilmente reperibili) su cui si scavavano i volti dei demoni per scacciarli e si eseguivano sacrifici animali.

Questa tradizione fu mantenuta e resa nota agli Americani, che ben presto la festeggiarono così da farla diventare quasi una festa nazionale.

Negli Stati Uniti Halloween ha perso completamente il significato d’origine ed è diventata un’occasione per divertirsi, al punto che circa un americano su due si dedica alla sua celebrazione.

Si stima una spesa di circa otto miliardi di dollari per decorare le case e per vestire i propri animali domestici da zombie, mummie, vampiri circa 370 milioni di dollari.

In questa serata mondana in cui la morte fa da protagonista, esiste una realtà parallela in cui il sacrificio di un essere vivente non è fantasia ma realtà: il 31 ottobre i satanisti festeggiano il capodanno di Satana e in questa occasione si effettuano riti esoterici in cui gli adepti rapiscono ed uccidono i gatti neri in alcuni riti sacrificali. Il fenomeno oramai è molto contenuto ma non del tutto scomparso. Anche quest’anno, in questi ultimi giorni, non sono mancate, infatti, numerose richieste sospette di adozione di gatti neri. Secondo quanto riportato dai siti social negli ultimi dieci giorni sono scomparsi una ottantina di gatti ed è per tale motivo che in queste settimane, ad esempio, l’Enpa di Treviso ha bloccato le adozioni di gatti neri.

Risultati immagini per halloween

Anton Lavey, fondatore del satanismo moderno, ha commentato: “Halloween è la più importante festa satanica, è il capodanno satanico e del sabba delle streghe…Sono contento che i genitori cristiani lascino che i loro bambini festeggino questa festa, inconsapevolmente, permettono ai loro bambini di partecipare all’adorazione di Satana, almeno per una notte l’anno”.

Jennifer Crepuscolo, fondatrice dell’Unione Satanisti Italiani, racconta quale è il reale collegamento con il Satanismo: “Noi non festeggiamo Halloween, bensì celebriamo Samhain. Oggi questa festività è diventata più un carnevale dell’orrore, una serata all’insegna del divertimento per ragazzi e bambini, ma al di là del moderno folclore Samhain ha per noi un profondo significato spirituale… L’Iniziato vive la fine del periodo di luce come una metafora della morte, un momento in cui tutto ciò che è destinato a perire viene distrutto per far spazio a che invece deve rinascere. Il Samhain è considerato parte essenziale della nostra via iniziatica, il preludio della rigenerazione. Durante il Samhain il mondo dei vivi e quello dei morti entrano in contatto ed è per questo che potremmo un po’ definire questa ricorrenza il corrispondente celtico del nostro Mundus Patet Romano. Per noi Satanisti la morte non è vista come qualcosa di negativo, il culto dei morti è per noi molto sentito e il Samhain viene spesso celebrato con gioia, come un momento di ricongiungimento con i nostri Avi. Durante la notte di Samhain il Satanista accoglie con ospitalità gli spiriti dei suoi Avi, lasciando una finestra aperta con una candela sul davanzale, e allestendo in casa un altare con dolci, incensi, lumi, fiori, vino, per onorare il loro passaggio”.

Immagine correlata

Un dato che salta subito all’occhio è  come il satanismo e la Wicca, o “religione della natura”, presentino, pertanto, lati comuni. Per entrambi il 31 ottobre ha lo stesso significato: celebrare il Samhain .

Del resto nel Libro delle ombre, testo religioso della Wicca, vi è il rifiuto di ogni nozione di creazione da parte di entità esterne al mondo e quindi di un Dio; il rifiuto del concetto di etica universale. Il concetto di etica universale è sostituito da quello di etica personale, che consenta la libertà di esprimere e di gratificare i propri bisogni e desideri al fine di ottenere la felicità individuale.

Il perseguimento di portare alla luce e di valorizzare la divinità presente nell’uomo e l’abolizione della distinzione tra religione e magia.

Per la Wicca, inoltre, Lucifero è “ll principe del bene e della creazione misconosciuto e ingiustamente perseguitato dalla Chiesa cristiana”.

Risultati immagini per libro dei morti wicc

Pertanto sebbene agli occhi di un adulto giocare a fare il mago o la strega possa essere un divertimento innocente e la passione verso la Wicca un modo per sentirsi speciali, esiste il rischio concreto che tutto questo possa portare all’adescamento di giovani innocenti in una setta occulta.

Risultati immagini per halloween e wicca

KROKODIL, LA DROGA DEI CANNIBALI, A TORINO E NON SOLO.

Risultato immagini per KROKODIL

Risale a questi giorni la notizia di un arresto, da parte dei carabinieri di Venaria, di un uomo 47enne abitante a Torino, che spacciava il narcotico Krokodil (coccodrillo), la nuova droga che proviene dalla Russia, ricevendo i clienti su appuntamento telefonico.

Sbarcata in Italia nel 2014, la prima partita è stata sequestrata a Padova da un’insospettabile cameriera di un ristorante di lusso del centro storico. A Milano il krokodil si venderebbe vicino alla stazione di Rogoredo nel “bosco della droga”.

Quali sono le sue caratteristiche?

Il Krokodil, noto anche come “droga degli zombi”, è una droga appartenente al gruppo degli oppiacei e ricavata dalla codeina.

A livello chimico, il krokodil si definisce desomorfina e presenta effetti analgesici 8-10 volte più potenti della morfina. Ciò deriva dal fatto che la lipofilia è due volte e mezzo superiore (valore analogo a quello dell’eroina) e che questo principio attivo tenderebbe a ripartirsi 300 volte di più nelle membrane cellulari piuttosto che nel liquido extracellulare.

Riportata per la prima volta in Siberia nel 2002, il suo uso è andato aumentando al punto che già nel 2011 furono confiscate 65 milioni di dosi. Nel 2012 si sono calcolati 100mila consumatori in Russia, 30mila in Ucraina e 500mila tra Georgia, Kazakistan ed Uzbekistan. La significativa diffusione in Russia è riconducibile al fatto che i trattamenti farmacologici per la dipendenza da eroina ( metadone e buprenorfina) sono illegali e ciò può spingere il tossicodipendente in astinenza ad usare questa droga, passando sopra anche alle conseguenze che ne derivano.

Meno costosa dell’eroina, la base della produzione è la codeina pura o in combinazione con altri principi attivi quali il paracetamolo, l’aspirina, la caffeina; il prodotto finale si ottiene mixandola con altri composti come un solvente organico (diluenti per vernici, benzina), soda o potassa caustica, iodio e fosforo rosso (la polvere rossa compatta che forma la testa dei fiammiferi) ed eventualmente acido cloridrico. La miscela è quindi scaldata su una stufa o sui fornelli da cucina e richiede meno di un’ora.

Il prodotto, di solito effettuato in casa, è in forma liquida e pertanto già pronta per l’iniezione, a differenza dell’eroina.

La sua assunzione, generalmente per via endovenosa ma anche per via sottocutanea o per via orale, determina un rush a 15-30 secondi dalla somministrazione endovenosa e entro i 3-5 minuti per via sottocutanea. L’effetto è un intenso benessere esercitato dall’azione antidolorifica e antispasmodica della codeina ma di durata inferiore a quella dell’eroina, dai 90 minuti alle due ore, per cui chi ne fa uso tende a iniettarsi sempre più spesso il narcotico.

Crea dipendenza immediatamente, dopo la prima o la seconda iniezione.

La disintossicazione richiede la somministrazione al paziente di forti dosi di sedativi e tranquillanti per evitare che svenga dal dolore causato dall’astinenza.

Solo l’1% dei tossicodipendenti riesce a smettere di usarla.

Il suo nome è dovuto agli effetti devastanti sul corpo umano, trasformando la pelle simile a quella del coccodrillo: squamosa, con ulcere e ferite infette nei punti di iniezione causate dal danno vascolare e dall’alto potere necrotico, al punto da dover a volte ricorrere all’amputazione degli arti.

Gli effetti non riguardano solo l’epidermide, ma anche organi come il fegato, rene, tiroide, organi riproduttivi e il sistema nervoso, causando encefalopatia, alterazioni neurologiche, disturbi del linguaggio, della memoria, della personalità. Gli utilizzatori abituali manifestano comportamenti aggressivi che possono sfociare in veri e propri atti di cannibalismo. Il fosforo contenuto è causa di osteonecrosi della mandibola. A questo si aggiunge il rischio di trasmissione di HCV e di HIV.

Considerata dagli esperti una delle droghe peggiori al mondo, secondo i medici chi ne fa uso ha un’aspettativa di vita di circa due anni.

RAGAZZI SVEGLIATEVI, MA NON SOLO PER IL CAMBIAMENTO CLIMATICO

Risultato immagini per corpo tatuato

Il 27 settembre più di un milione di ragazzi sono scesi in piazza per protestare contro l’utilizzo della plastica e contro il commercio dei combustibili fossili. Lo scopo è salvare il pianeta dalle azioni nocive del clima.

Una risposta al discorso di Greta Thunberg fatto ai leader dell’ONU durante il quale ha espresso parole dure come “Avete rubato i miei sogni e la mia infanzia…Ci state deludendo ma i giovani stanno iniziando a capire il vostro tradimento…il mondo si sta svegliando e il cambiamento arrivando, che vi piaccia o no”.

Una dimostrazione che toccando i giusti tasti la gioventù risponde. Eppure c’è qualcosa che rischia di distruggere i loro sogni e il loro avvenire ancora prima del cambiamento climatico: l’induzione a scelte di vita e di comportamento che possono avere conseguenze importanti per la loro salute fisica e mentale, effettuate attraverso una sottile manipolazione mentale.

E’ ciò che è avvenuto per i tatuaggi negli anni passati ed ora con il gender free.

Risultato immagini per lotti ritirati tatuaggi

Negli ultimi anni la moda, i modelli di riferimento, tanto seguiti dai nostri ragazzi, hanno promosso una massiccia campagna a favore del corpo tatuato, come diario impresso sulla pelle o come puro abito da indossare, espressione di libertà di pensiero, di spirito progressista e di indole artistica.

La Tatoo-mania ha avuto come diretta conseguenza un boom di studi di tatuatori: oltre 4.000, più del 200% negli ultimi cinque anni e 7000 italiani con il corpo tatuato.

Dopo anni di silenzio ecco che negli ultimi periodi si stanno scoprendo gli altarini.

In un precedente articolo, pubblicato l’11/02/2019, scrissi che “All’inizio dell’anno in corso è stato diramato un allarme sul sito di Adiconsum (Associazione difesa consumatori e ambiente), in merito a un pigmento impiegato nella realizzazione di tatuaggi, altamente tossico e cancerogeno e di cui il Ministero della salute ha bloccato la vendita: il pigmento “Caramel”. Si tratta di un inchiostro venduto dalla ditta statunitense “Eternal Ink”.  Dal 12 dicembre 2018 al 15 gennaio 2019, il Ministero della Salute ha effettuato sequestri in tutta Italia ritirando dal mercato otto lotti di pigmenti per tatuaggi risultati contenenti sostanze pericolose, anche cancerogene, le cui analisi erano già state effettuate nel marzo del 2018”

Il 27 settembre 2019 la rivista @greenMe pubblica un articolo che riporta quanto segue:

“Gli accertamenti effettuati dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute ha interessato 117 aziende: oltre ad aver portato alla contestazione di 31 infrazioni per carenze igienicheo strutturali e per la mancanza di autorizzazioni negli studi dei tatuatori, l’ispezione ha disposto il sequestro di ben 248 confezioni di inchiostri non idonei, privi di etichetta o non sicuri. Cosa ancora più grave, in 22 dei 100 campioni di tinture prelevati e analizzati presso i laboratori ARPA Piemonte è stata riscontata la presenza di composti chimici tossici e cancerogeni, in particolare sostanze appartenenti alla classe delle ammine aromatiche e idrocarburi policiclici aromatici noti come IPA.

Il Ministero della Salute ha disposto quindi urgentemente il divieto di vendita e di utilizzo di tali inchiostri e il richiamo delle confezioni già in commercio. Il Ministero ha chiesto anche di rintracciare i clienti sui quali sono stati utilizzati tali inchiostri, avvisandoli riguardo alla pericolosità dei prodotti impiegati……Purtroppo alcuni di questi pigmenti sono infatti già stati utilizzati per realizzare tatuaggi e diverse ricerche in passato hanno dimostrato come le sostanze presenti negli inchiostro dei tattoo possono raggiungere il sistema sanguigno e quello linfatico sotto forma di micro particelle. I clienti che hanno ricevuto un tatuaggio con le tinture sequestrate dai Nas potrebbero dunque essere stati esposti a un rischio grave per la salute”.

Risultato immagini per lotti ritirati tatuaggi

Meditate gente, meditate….

I POKEMON: CIO’ CHE I GENITORI NON CONOSCONO

Chi di voi non conosce Pokemon? Una serie di videogiochi, ideata nel 1996 da Game Freak e che ha come personaggi creature immaginarie chiamate Pokémon, che i giocatori possono catturare, far combattere e allenare.

Risultato immagini per POKEMON

Pubblicati da Nintendo per la console portatile Game boy, hanno venduto, al novembre 2017, oltre 300 milioni di copie in tutto il mondo.

In passato sono stati oggetto di critica perché giudicati satanici, ritenuti responsabili di attacchi epilettici e addirittura di suicidi.

L’induzione al satanismo, di cui sarebbero responsabili i Pokemon, si collega al fatto che le 150 creature sono angeli caduti dal cielo, ciascuno con un potere malefico ben preciso. In particolare Pikachu significa 100 volte più potente di Dio.

Alcuni dei Pokemon possiedono nomi di parole rovesciate, come Ekans (Snake o serpente) e Arbok (Kobra), mentre altri hanno nomi di demoni: Bellsprout, Victreebel, Weepinbell. Per l’interpretazione ecclesiastica la parola bell è, infatti, la contrazione di Baal o Beel, antica divinità canaanea (Beelzebul). In realtà, per gli appassionati del gioco, la parola si deve ricondurre alla traduzione letterale “campana”, rappresentazione dei Pokemon.

L’accusa di aver causato crisi epilettiche è riconducibile, invece, alla messa in onda in Giappone da Tv Tokio, nel 1997, del trentottesimo episodio delle anime, intitolato Dennō Senshi Porygondel

Fu ritirato perché denunciato di aver provocato 685 attacchi epilettici a causa di una serie di flash e quindi di stimoli luminosi utilizzati da Pikachu per sfinire gli avversari.

La scena è una grande esplosione, cui segue l’alternanza di luci rosse e blu per sei secondi, due dei quali a tutto schermo. Gli spettatori hanno iniziato ad accusare nausea, cefalea, talvolta cecità temporanea, convulsioni e perdita di conoscenza.

https://www.youtube.com/watch?v=q4dDaxHtQDU

Considerata una leggenda metropolitana, in neuroscienze si è invece appurato che circa una persona su diecimila soffre di epilessia fotosensibile, ossia crisi epilettiche in risposta a particolari stimoli luminosi, determinate dalle onde gamma. Una delle cause scatenanti è la luce stroboscopica o intermittente, quella presente nella puntata descritta.

Le onde gamma sono una particolare combinazione di picchi di attività cerebrale che si presenta nel nostro cervello quando ci troviamo di fronte a un certo tipo d’immagine.

Un’altra apparente leggenda, diffusa anche tra gli appassionati di Pokémon,  è quella della sindrome di Lavandonia. Nel videogioco Pokémon Red and Bluei giocatori giungono a un certo punto nella città di Lavandonia, infestata dai fantasmi Pokemon spettro e che ospita un cimitero, la Torre Pokemon, dove vengono seppelliti tutti i pokemon morti.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è immagine-7.png

Una musica inquietante fa da sfondo all’arrivo in questa città. Si narra che il suo ascolto fu causa di molti suicidi di bambini in Giappone.

Nella frequenza originale, infatti, si riferisce che ci fossero dei toni estremamente acuti in grado di essere percepiti unicamente dai bambini. Un prolungato ascolto della frequenza avrebbe indotto un disturbo del comportamento, causa del gesto anticonservativo. In seguito all’ aumento di suicidi e alle numerose denunce contro Game Freak Nintendo ritirò il gioco.

https://youtu.be/-sOadAaGiq4

In Pokemon blu la musica che fa da sfondo all’ingresso della città di Lavandonia è la stessa ma privata di quei toni acuti ritenuti responsabili dei suicidi.

Ho provato a seguire questo video dove ci si può calare nell’avventura, che tanto appassiona milioni di ragazzi. Dopo un minuto la cefalea ha avuto la meglio.

https://www.youtube.com/watch?v=THN-zxs7ycY

Come mamma di due figli che hanno amato questo videogioco, gli anime, le carte e i suoi film, mi rendo conto di quanto sia difficile conoscere quali e quanti stimoli ricevano da più fonti i nostri ragazzi, nel loro tempo libero, il più delle volte negativi per la loro serenità e il loro equilibrio.

Sempre più spesso i garanti dell’adolescenza, gli esperti del settore, denunciano l’incremento dell’insonnia, dell’autolesionismo, della depressione nel mondo giovanile. Ma contro quanti giganti un genitore deve combattere? E’ sufficiente negare il gioco di turno, o la visione di un anime o l’ascolto di un certo tipo di musica? Non credo proprio. I giovani devono capire quanto questa realtà sia potenzialmente distruttiva, se non impiegata nel modo corretto e contro la quale si dovrebbe scendere in piazza tutti quanti. Ma questo andrebbe contro l’interesse di troppe persone.

L’IMPORTANZA DELL’OCCHIO DI HORUS: DALL’ANTICO EGITTO AD OGGI

Immagine correlata

Nell’antico Egitto l’occhio era considerato uno dei simboli più potenti e protettivi; i più noti erano   l’Occhio di Horus e l’Occhio di Ra, raffigurati in modo analogo pur appartenendo a divinità diverse.

Il sincretismo del dio Horus con il dio Ra diede origine alla divinità Ra-Horakhti.

Nell’antica cultura egizia il Sole era simbolo di calore, prosperità e sovrano dell’intero creato. La divinità identificata come dio Sole e creatore dell’universo era Ra. Dio supremo, autogeneratosi, si riteneva che governasse non solo il cielo e la terra ma anche l’oltretomba.

Rappresentato spesso con le sembianze umane e la testa di un falco, sovrastata dal disco solare.

Il mito dell’occhio di Ra racconta di come durante il sonno perse un occhio, il destro, perché si staccò per andare sulla Terra, spinto dalla curiosità. Durante la sua assenza il dio del sole si procurò un nuovo occhio che al ritorno del rivale non volle cedergli il suo ruolo. L’occhio pianse e Ra lo trasformò in un cobra posto al centro della sua fronte, l’ureo, a protezione del basso Egitto.

Secondo la mitologia egizia Horus, raffigurato come un falco dagli egiziani, era figlio di Osiride (re mitico dell’antico Egitto) e Iside, sua sorella e sposa.  Purtroppo Osiride fu ammazzato dal suo fratello Seth, dio del caos, che aveva come obiettivo quello di usurpare il trono e il diritto alla successione del figlio Seth.

Il mito racconta che Horus, volendosi vendicare dell’uccisione di suo padre, ebbe uno scontro violento con Seth durante il quale perse il suo occhio sinistro. Nonostante tutto sconfisse il suo nemico.

Grazie a Thot, dio delle Arti e della Medicina, recuperò l’occhio sinistro e lo reimpiantò nella sua orbita vuota, recuperando così la vista. In cambio dovette cedere 1/64 del suo occhio al suo guaritore. 

L’occhio di Horus ( occhio di Ra) era per gli antichi egizi un potentissimo amuleto; considerato simbolo della fortuna, della prosperità e della buona salute. Per tale motivo era posto all’interno dei bendaggi che avvolgevano il corpo del defunto, come simbolo della rigenerazione.

Agli occhi di Horus è connessa una numerologia.

In base alle antiche tecniche di misurazioni egiziane, il disegno dell’occhio di Horus si compone di diverse frazioni, ognuna con un suo significato:

  • 1/2 rappresenta            l’odore (forma di naso al lato dell’occhio)
  • 1/4 rappresenta            la vista e la luce (pupilla)
  • 1/8 rappresenta            il pensiero (sopracciglio)
  • 1/16 rappresenta             l’udito (freccia sul lato dell’occhio che punta verso l’orecchio)
  • 1/32 rappresenta          il gusto, il germogliare del frumento (coda curva)
  • 1/64 rappresenta          il tatto (piede che tocca terra)  

Il racconto egizio narra che un allievo scriba della Casa della Vita, fece notare al suo maestro che il totale delle frazioni ottenute sommando i valori dell’Occhio di Horus corrispondeva a 63/64 (1/2 + 1/4 + 1/8 + 1/16 + 1/32 +1/64 = 63/64). La risposta fu che il sessantaquattresimo mancante a completare l’unità sarebbe stato donato dal dio Thot allo scriba che si fosse messo sotto la sua protezione.

Adottato dalla Massoneria, dagli Illuminati e dai satanisti, nell’iconografia massonica compare ufficialmente nel 1797, nel libro Freemasons Monitor di Thomas Smith Webb. Secondo il massone Albert Pike: “Osiride era l’immagine della potenza generativa..ll Sole era chiamato dai Greci l’Occhio di Giove, e l’Occhio del Mondo; e suo è l’Occhio Onniveggente nelle nostre Logge” (Albert Pike, Morals and Dogma, pag. 476-477). Un potere spirituale, un custode vigile dell’umanità, rappresentazione del risveglio interiore di una parte spirituale: il Grande Architetto dell’Universo.

Per gli illuminati, una ristretta cerchia di persone che detiene il potere e che partecipa a rituali esoterici (Nobiltà Nera), l’occhio di Horus è un simbolo che appartiene a un linguaggio visivo, con il quale si evidenzia l’adesione. In questo caso, l’occhio che tutto vede simboleggia il controllo e il dominio sull’umanità. Il loro obiettivo è la creazione di un Nuovo Ordine Mondiale (NWO) comandato da loro, in cui il mondo è sottomesso a una nuova schiavitù spirituale, in cui vige il culto luciferino.

Risultati immagini per nwo

Sono molte le figure dell’industria cinematografica, discografica o della moda che lo utilizzano come messaggio in codice e che concorrono a veicolare la manipolazione mentale mirata al raggiungimento del loro progetto. Grazie alla loro opera, il rifiuto della morale cristiana e la distruzione delle regole morali, fondamenta delle culture precedenti, sono accettate e considerate normali. I giovani sono il terreno fertile da coltivare, perchè più facilmente manipolabili e perchè rappresentano la futura società: NWO.

Risultati immagini per villa di naomi campbell
Sull’isola turca conosciuta come Cleopatra Island, la modella Naomi Campbell ha una villa a forma di occhio di Horus
Risultati immagini per cofanetto yu gi oh
Risultati immagini per occhio massonico cartoni animati

Promotore dell’occhio di Horus fu anche il bretone Aleister Crowely  (1875-1947), padre del satanismo moderno.

Risultati immagini per aleister crowley

Nel 1904, in viaggio con la moglie al Cairo, ricevette, attraverso un’evocazione medianica, il Liber al vel Legis (o Libro della Legge), in cui annuncia l’avvento di una Nuova Era, l’Eone di Horus, destinata a durare duemila anni. Per Crowley, Horus era una specie di «messia» che sarebbe venuto ad inaugurare un’epoca in cui si sarebbe distrutto il cristianesimo ed in cui si sarebbe promossa l’unione sessuale indiscriminata, fonte di energia e di potere. L’uso magico dello sperma non avrà, quindi, funzione riproduttiva ma quella di potenziare la forza vitale o il Kundalini, attraverso l’uso rituale di tecniche sessuali, orgiastiche, ispirate dalle scuole tantriche d’Oriente, in modo da raggiungere i più elevati livelli di spiritualità e di energia.

Questo libro divenne la base per la sua dottrina filosofica, il Thelema, in cui le tre idee chiavi erano:

  1. Fai ciò che vuoi sarà tutta la legge;
  2. L’amore è la legge, amore sotto la volontà;
  3. Ogni uomo e ogni donna sono una stella.
Risultati immagini per thelema aleister crowley

Nel suo libro scrisse: “io sono il Serpente che dona la Conoscenza e il Piacere e gloria fulgida, ed eccita i cuori umani con l’ebbrezza. Per adorarmi prendete vino e strane droghe di cui narrerò al mio profeta e inebriatevene…. Sii forte uomo! Desidera, godi ogni cosa dei sensi e dell’estasi: non temere che alcun Dio possa punirti per questo”.

Il Thelema (in greco significa volontà) descriverebbe lo spirito dei prossimi duemila anni e il cambio di coscienza indotto dell’intera umanità: nell’età di Horus ci sarà l’abolizione del concetto di un Dio esterno a noi stessi e la consapevolezza dell’identità dell’uomo con Dio. Obiettivo principale sarà la realizzazione della propria volontà, indipendentemente dalle barriere etiche, in accordo con la visione del satanismo razionalista: “Il diavolo non esiste” perché “non c’è altro Dio che l’uomo”.

https://i0.wp.com/2.bp.blogspot.com/-IQQZZ98TSt8/WDNc8RsT5NI/AAAAAAAALJs/u3uGbGmUikw7y_OsJKzJusyihfDmSy11ACK4B/s1600/marina%2BAbramovic%2B%2526%2Bjohn%2Bpodesta.jpg?resize=261%2C342&ssl=1

QUANDO LA MODA PROMUOVE IL MESSAGGIO: “NULLA E’ NORMALE – TUTTO E’ NORMALE”

In un  precedente articolo, pubblicato nel mio blog ho segnalato l’ambiguità di alcuni messaggi presenti nella collezione Designs ufficiali Steven Rhodes presenti sul mercato. In particolare cattura l’attenzione la linea di abbigliamento Wicked Clothes (vestiti malvagi), composta da T-shirt, felpe e body per bambini, in cui l’esoterismo e in particolare l’occulto è il tema principale delle illustrazioni da lui disegnate.

In “Sacrificare Toby” ci sono, addirittura, gli estremi per l’istigazione a delinquere, sec, l’art.  414 codice penale: “Chiunque pubblicamente istiga a commettere uno o più reati è punito, per il solo fatto dell’istigazione.”

Risultati immagini per let's sacrifice toby

Tuttavia questa linea d’abbigliamento non è l’unica che si caratterizza per messaggi subliminali che richiamano tendenze sempre più in voga nella nostra società. La moda, da sempre in grado di cogliere i fermenti sociali, ha trasferito nei propri abiti l’ambiguità di genere. E’ il caso di Alessandro Michele, direttore artistico di Gucci, che spesso caratterizza le sue sfilate con la presenza di modello/e dalle fattezze indecifrabili, sia per i tratti somatici che per i capi d’abbigliamento, a sostegno della tendenza Genderless: un look in cui si perde la distinzione tra maschile e femminile, dove le donne sono, ad esempio, vestite di pelle e gli uomini indossano zeppe vertiginose e borsette. Il tutto farcito da un’atmosfera che trasmette inquietudine, come in una delle sue sfilate del 2018.

“La collezione autunno/inverno 2019-20 di Alessandro Michele per Gucci è la rappresentazione di una società che attraverso il riconoscimento delle persone cerca se stessa……Uomini, donne, persone, esseri umani che usano gli abiti come usano i pensieri, le parole, le azioni.”

Ma la moda non si ferma qui.

Caroline Bosmans, madre di quattro figli, lavora come terapista nell’asilo psichiatrico. Appassionata di moda dei bambini, si è laureata presso il dipartimento di moda SASK Sint-Niklaas. Ha creato un suo marchio di lusso d’abbigliamento per bambini, in cui le piace giocare con i confini tra ragazzi e ragazze e non solo.

Risultati immagini per caroline bosmans

La galleria di foto che promuovono i suoi capi d’abbigliamento su Instagram e Facebook si caratterizzano, molto spesso, per le pose dei bambini che simulano situazioni di morte, di sballo e che portano a pensare ad altro. Mai un sorriso, un gesto affettuoso che non lasci trasparire realtà oscure.

In una sciarpa indossata da un bambino si legge la parola “cloaca” nel carattere Coca Cola. Cloaca  è “La cavità comune in cui si aprono le vie intestinali, genitali e urinarie nei vertebrati come pesci, rettili, uccelli e alcuni mammiferi primitivi”. Quando si parla di cloaca ci si può riferire anche alla fogna e il bambino ha topi sulla giacca.

Ma la cloaca è anche il pene del gallo che si accoppia con la gallina attraverso una copulazione cloacale. Il rapporto avviene in maniera diversa rispetto a gran parte degli animali, in quanto non c’è penetrazione da parte del maschio nell’apparato riproduttivo della femmina. Cosa vi induce a pensare? Il tutto contornato dal simbolo dell’occhio.

Risultati immagini per caroline bosmans

Il mondo infantile, promosso da questa linea di abbigliamento, porta a immaginare non a una realtà immacolata, gioiosa, spensierata, come dovrebbe essere quella di un bambino, ma a un mondo ricco di trappole e di mostri, pronti a sbranarlo in tutti i modi.

Risultati immagini per caroline bosmans

Forse sono i che sono fuori dai tempi, forse sono io che non riesco a cogliere il lato artistico di tutto ciò. Certo è che, come mamma e come consumatrice, un capo di abbigliamento così, ai miei figli, non lo comprerei mai.