IL CONTROLLO MENTALE BASATO SUL TRAUMA A CHINA LAKE, CA: REALTA’?

Nei diversi articoli sul controllo mentale, presenti nel mio blog, ho più volte descritto come il controllo mentale, basato sul trauma, è stato e forse lo è ancora, impiegato per ottenere schiavi, in cui convivono personalità multiple, definite alter, che non si conoscono ma che possono rivelarsi in tempi diversi.

I muri di amnesia, indotti dal trauma iniziale, formano uno scudo protettivo, che da un lato garantisce la segretezza e la protezione degli abusatori e dall’altro crea un custode interno nella vittima, che ha la funzione di nascondere gli alter più profondi, mostri inimmaginabili che svolgono compiti diversi a seconda delle necessità del programmatore: corrieri della droga, oggetti sessuali ai fini di ricatto, assassini, messaggeri…

Nel libro “The Illuminati Formula Used to Create an Undetectable Total Mind Controlled Slave”, Cisco Wheeler and Fritz Artz Springmeier (autore di diversi libri sul Nuovo Ordine Mondiale) descrivono come la manipolazione Monarch sia stata eseguita, in passato, a China Lake, in California, un’installazione militare che supporta programmi di ricerca, originariamente conosciuta come NOTS (Naval Ordinance Test Station).

Fondata nel 1943, si trova nel deserto del Mojave, a circa 230 chilometri a nord-est di Los Angeles.

Il programma di manipolazione avveniva in grandi aviorimesse, in grado di ospitare migliaia di minuscole gabbie contenenti bambini. Un lotto era composto da mille bambini.

Molti sopravvissuti ricordano le migliaia di gabbie, definite Woodpecker Grids, che arrivavano fino al soffitto, elettrificate su tutte le pareti, in modo da provocare scosse elettriche ad ogni contatto.

Ogni volta che era applicata l’alta tensione, la vittima vedeva un lampo di luce, definita dai programmatori con il termine “cavalcare la luce”.

Uno dei traumi principali a cui i bambini erano sottoposti era quello di stazionare per diversi giorni in queste gabbie e di subire uno stupro molto violento.

Un testimone ricorda un grande edificio con file di Woodpecker Grids fissate al soffitto. Qui uno dei programmatori era vestito da prete cattolico e la corrente che alimentava le loro pareti emanava un ronzio simile a quello di un recinto elettrico. Una lastra di marmo serviva da altare dove persone incappucciate e in abiti neri sacrificavano bambini in loro presenza.

Le piccole vittime erano portate alla base tramite treni, aerei o in automobile.

Nei tunnel sotterranei della Union Train Station a Portland i bambini sostavano temporaneamente, rinchiusi in gabbie, prima di continuare il loro viaggio.

Aeroporti, attualmente abbandonati, usati per questo motivo, erano la pista di atterraggio privata a Sheridan o la Santa Rosa Air Center, pista di atterraggio segreta della FEMA (la Federal Emergency Management Agency, Agenzia Federale Gestione Emergenza), localizzata non distante e non a caso dal Bohemian Grove.

Ci sono testimonianze di come bambini siano stati oggetto di abusi sessuali per il divertimento dell’élite che annualmente si ritrova nel Bohemian Grove.

Dal libro Drena La Palude: “In BOHEMIAN CLUB, CIRCOLO SATANICO di Alfredo Lissoni – il SEGNO del soprannaturale, n° 239 maggio 2008, egli scrive: “In realtà, al B. C. si consumerebbe ben altro: decisioni segrete, tra strani riti e sesso, spesso con minorenni affatto consenzienti, molti dei quali verrebbero addirittura sacrificati al diavolo; il tutto verrebbe filmato e le pellicole hard, o snuff movies, girerebbero tra gli adepti d’alto bordo e, affermano i maligni, servirebbero a CIA ed FBI per ricattare i potenti a causa delle loro devianze sessuali.

Chi siamo – Marisa Giudice

Alcuni riti sessuali pare che prevedano l’adescamento di giovani legati a membri appartenenti a gruppi esoterici o satanici”.

Paul Bonacci, nel 1984 fu portato nel Bohemian Grovie, dove fu costretto, sotto minaccia armata, a partecipare ad uno snuff-film, in cui ci fu uno stupro infantile e l’omicidio di un ragazzo.

Sulle attività svolte al Bohemian Grove c’è anche la testimonianza di Fiona Barnett che, in una deposizione, disse: «Mi condussero al campo estivo annuale del Bohemian Grove, frequentato da politici, uomini d’affari e altri VIP. Sono stata stuprata al Bohemian Grove dal reverendo Billy Graham a cui ero stata raccomandata dal suo buon amico Richard Nixon. Al Bohemian Grove mi misero nel gruppo di bambini mascherati da orsacchiotto che venivano cacciati per sport nella foresta dagli uomini, al suono della canzone per bambini Teddy Bears Picnic. Ho anche assistito all’assassinio rituale di una donna da parte degli ospiti maschi vestiti con abiti neri luciferini”.

Eyes Wide Open: The Authentic Fiona Barnett book on healing Satanic Ritual  Abuse (English Edition) eBook : Barnett, Fiona: Amazon.it: Kindle Store

Sempre Paul Bonacci, un adolescente che insieme a decine di altre vittime di Omaha, fu rapito dal famoso orfanotrofio cattolico di Boys Town del Nebraska e portato nella vicina base aerea di Offutt di Omaha per la programmazione Monarch, fu costretto a prendere parte a simili riti e orge sessuali a Washington DC, come presunta vittima dell’anello di prostituzione infantile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.