LE ARMI SONICHE, UNO STRUMENTO PER IL CONTROLLO DELLE MASSE?

Sabato 12 febbraio 2022, a Canberra, capitale dell’Australia, una folla oceanica di manifestanti, contro l’obbligo vaccinale, ha sfilato nelle strade della capitale, per poi giungere a Capital Hill, dove si trova la sede del parlamento.

Australia, 10 mila manifestanti contro l'obbligo vaccinale circondano il  parlamento a Canberra - Open

La polizia locale ha arrestato soltanto tre persone.

Dopo l’evento, molti dei partecipanti hanno avvertito strani sintomi: emicrania costante, brividi e sudorazione, sfinimento e malessere, perdita di appetito e nausea, sensibilità della pelle, mal di gola estremo.

Molti manifestanti, entro le ventiquattro ore dall’evento, hanno manifestato ustioni sul proprio corpo, con vesciche, secchezza della pelle e spellamento, gonfiore e arrossamento oculare.

La risposta si è avuta quando sono iniziate a girare immagini che hanno mostrato la causa: armi a ultrasuoni, le cosiddette Long-Range Acoustic Device (dispositivo acustico a lunga gittata), chiamate anche cannoni sonori, posizionate davanti al parlamento di Canberra e puntate verso le centinaia di migliaia di manifestanti, mentre altri piazzati sul tettuccio di pick-up e furgoncini durante la marcia.

Già in passato, misteriosi incidenti avvenuti a Cuba e in Cina, rispettivamente nel 2017 e nel 2018, hanno portato a sospettare che il suono fosse stato utilizzato come arma contro gli americani che vivevano in quei paesi. 

All’inizio del 2017, un gruppo di ventiquattro diplomatici canadesi, a Cuba e nella stessa stanza, hanno presentato problemi all’udito, forti emicranie, disturbi del sonno ed alcuni la percezione di strani fischi durante la notte. Sintomi non rilevati dai familiari e dal vicinato.

Incominciano le indagini e si inizia a parlare di “armi soniche” che, lavorando a frequenze sotto la soglia dell’udito, sono in grado di danneggiarlo fino ad arrivare a determinare danni permanenti al sistema nervoso.

Nel maggio del 2018 un diplomatico americano, con sede a Guangzhou, nel sud della Cina, riferisce di aver subito un trauma cranico dopo aver udito suoni anormali e una forte pressione nelle orecchie, per lungo tempo.

Alcuni funzionari statunitensi hanno riscontrato una certa similitudine con l’episodio avvenuto a Cuba.

Cosa sono le armi soniche e quali sono? Sono armi che sfruttano il suono, diretto su un bersaglio, per ferire, neutralizzare o uccidere un nemico; il suono è, infatti, energia e pertanto sono considerate generatori di energia acustica.

Alcune sono attualmente in uso o in fase di studio da parte di forze militari e di polizia.

Esistono due tipi di armi soniche:

  • Le armi sonore ad alta potenza (SW): utilizzano onde acustiche come gli infrasuoni, dalle frequenze inferiori ai 20 Hz e pertanto non percepite dall’orecchio umano.

Per lanciare un attacco che provochi dei sintomi all’essere umano, quali vertigini, vomito, danni permanenti all’udito, defecazione incontrollabile, ustioni e addirittura la morte, o disturbi di tipo psichico (paura, ansia o depressione), è necessario impiegare dispositivi altamente direzionali, come enormi altoparlanti, che possono trasmettere tali suoni anche a grandi distanze. Ogni suono, infatti, diventa fisicamente doloroso a circa 120 dB e sopra i 130 dB diventa intollerabile.

  • I generatori ad infrarossi e ultrasuoni, definiti emittori e modulatori VLF. Gli ultrasuoni hanno frequenze oltre i 20.000 Hz e sono più semplici da impiegare.

Hanno la possibilità di percorrere grandi distanze e di attraversare muri e veicoli.

A seconda dell’intensità provocano una serie di sintomi biologici, in parte simili a quelli determinati dagli infrasuoni, che vanno dai più lievi come il solletico nella bocca e al naso, riscaldamento della pelle, stanchezza, dolori intestinali severi, nausea e vomito. I sintomi più gravi sono rappresentati dall’ustione e da un aumento della temperatura corporea che può causare la morte. 

Intensità inferiori possono causare perdita di concentrazione, apatia, tristezza, depressione, paura, ansia e attacchi di panico.

“Questo effetto”, come è stato scritto da John Alexander nel suo articolo del dicembre 1980, The New Mental Battlefield, “può essere usato per indurre depressione o irritabilità in una popolazione bersaglio”.

John B. Alexander - Wikipedia

Le armi soniche saranno lo strumento impiegato per il controllo delle masse? La manipolazione non conosce limiti.

2 risposte a “LE ARMI SONICHE, UNO STRUMENTO PER IL CONTROLLO DELLE MASSE?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.